Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Piazza Aldo Moro resta del Comune di Formia: lo ha deciso il Consiglio di Stato

Una questione che ha visto per lungo tempo l’Amministrazione comunale impegnata in un braccio di ferro con il Fallimento della Formia Servizi spa

Più informazioni su

Formia – Piazza Aldo Moro resta nella disponibilità del Comune di Formia in quanto gravata da “servitù di uso pubblico”.

La sentenza della V sezione del Consiglio di Stato, pubblicata nella giornata di oggi, ha messo la parola fine a una questione che ha visto per lungo tempo l’Amministrazione comunale pontina impegnata in un braccio di ferro con il Fallimento della Formia Servizi spa. Ancora una volta la vicenda è tornata nelle aule di giustizia e stavolta in quanto il ricorrente, il Fallimento della Formia Servizi spa ha citato in giudizio il Comune e la Società europea servizi spa per chiedere l’ottemperanza della sentenza del consiglio di Stato del 2015. Un provvedimento con il quale, il magistrato collegiale aveva annullato la delibera del Consiglio comunale di Formia del 10 maggio del 2011 che disponeva l’acquisizione a patrimonio indisponibile del Comune del parcheggio multipiano, stabilendone il rilascio e lo sgombero in favore del Fallimento della Formia Servizi.

Stavolta, però, il motivo del contendere è esclusivamente relativo al lastrico solare. Perché seppure il Comune ha proceduto a cancellare la trascrizione dell’atto di acquisizione gratuita del multipiano al patrimonio comunale, ha consegnato solo in parte l’immobile. Secondo il ricorrente non avrebbe rimesso nella sua disponibilità sia il lastrico solare, sia la zona esterna al piano zero.

Un punto quest’ultimo sul quale, in sede giudiziale, l’Amministrazione ha fornito chiarimenti precisi condivisi dal giudice amministrativo. Il Comune intanto ha specificato di aver riconsegnato la zona esterna al piano zero, mentre ha chiesto il rigetto nella parte in cui il Fallimento della Formia Servizi chiede la consegna del lastrico solare – area adiacente a piazza Vittoria e identificata come piazza Aldo Moro -, in merito alla quale la parte resistente ha specificato essere gravata da servitù di uso pubblico.

Ancora più nel dettaglio il collegio difensivo dell’Amministrazione comunale pontino ha chiarito che l’atto di cessione non comprendeva le servitù e, quindi, la servitù su piazza Aldo Moro. E la magistratura ha anche ritenuto non esistano altre motivazioni a sostegno dell’istanza del ricorrente e ha pronunciato pertanto sentenza con la quale respinge il ricorso del Fallimento della Formia Servizi spa, lasciando nella disponibilità del Comune la piazza oggetto del contendere.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Formia

Più informazioni su