Seguici su

Cerca nel sito

Lettere al direttore

Fiumicino, cittadini esasperati: “Divano abbandonato in strada da giorni ma nessuno fa niente”

Lo sfogo di un cittadino di Isola Sacra che denuncia l'inciviltà di molti residenti e chiede alle Istituzioni più impegno

Oggi è un evento particolare. Sono 7 giorni che il nostro amico divano ha preso residenza nel parcheggio della scuola della Madonnella. Ormai è un amico. Ci si saluta tutti i giorni, si prende un caffè, si discute insieme. Si scherza, si prova a ridere ma, parafrasando Flaiano, la situazione a Isola Sacra è grave ma non seria. E’ da lunedì 17 agosto che un divano di 3 posti è stato abbandonato nel parcheggio di via della Scafa adiacente alle scuole della Madonnella.

E’ ben visibile dalla strada, difficile non rendersene conto. Eppure è ancora lì. Immobile. Tranquillo. Aspettando che qualcuno lo venga a prendere. Quel qualcuno però non sarò io, è da circa un anno che spesso devo inviare email all’ATI o all’assessorato all’ambiente per denunciare questi abbandoni, le discariche abusive o la sporcizia che sistematicamente insozza il parcheggio e le vie limitrofe.

Si ogni tanto vengono a pulire ma non in maniera ordinata e puntuale. Deve essere sempre il cittadino a segnalare la cosa. Mi sono stancato. Tra l’altro non è un caso isolato: anche oggi, se venite a vedere il parcheggio, lo troverete pieno di sporcizia e buste abbandonate.

La scorsa volta sono venuti a pulire e rasare l’erba ma poi, come ogni volta, hanno lasciato la sporcizia dov’era. E questo è un boomerang. Un esperimento del 1969 dell’università di Stanford, denominato “teoria delle finestre rotte”, ha dimostrato come un ambiente lasciato in stato di abbandono e degrado attirerà sempre maggiore degrado. Ho rispetto e stima per il nostro assessore all’ambiente, persona rispettabile e competente, ma le cose cosi non vanno a Isola Sacra.

Siamo abbandonati e non è solo una sensazione.  E’ la realtà che constato da più di un anno purtroppo. E devo purtroppo evidenziare come molti miei concittadini sembrano ciechi di fronte tutto questo. Possibile che debbano essere sempre i soliti quattro gatti a segnalare, impegnarsi, sbattersi per segnalare e migliorare le cose? E gli altri?

Perché non inviano nemmeno una semplicissima email per questi problemi? Il problema qui è triplo: l’inciviltà di alcuni di noi, l’atavico lassismo della maggioranza dei cittadini e le istituzioni che dovrebbero agire in autonomia e proattivamente per l’igiene e la pulizia delle nostre strade. Non devono aspettare la segnalazione dei cittadini.

Dove sono le fototrappole? Dove sono i controlli sui rifiuti abbandonati per identificare gli incivili? Dove sono le guardie ambientali che dovrebbero agire in maniera proattiva per scongiurare questi comportamenti? Come cittadino ormai sono come San Tommaso: prima vedo, poi credo. I comunicati stampa, le dichiarazioni, i post su Facebook non hanno più la minima importanza. Anzi. Il nuovo contratto doveva migliorare le cose. Non sembra che stia accadendo a Isola Sacra.

Alessandro Marocchini