Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Covid-19 ad Ardea, Tarantino contro Possidoni: “I numeri non tornano”

Tarantino: "Nove casi di Covid ad Ardea sono rimasti nel silenzio. Che fine ha fatto l’assessore Possidoni?"

Ardea – “Il Governo dei cinquestelle di Ardea continua a fare acqua da tutte le parti. Il Sindaco ha nominato un assessore all’emergenza Covid-19 per cercare di aggiornare tempestivamente i cittadini sull’evoluzione dell’epidemia sul territorio”. Così in una nota stampa il consigliere comunale di Ardea ed esponente di Cambiamo con Toti, Anna Maria Tarantino.

“L’ultimo post dell’assessore Alessandro Possidoni – prosegue il Consigliere – risaliva al 23 agosto e avvisava di 47 casi totali di Covid. Ha persino dato la fonte ufficiale da dove ha preso la notizia, il sito del Seresmi, il Servizio Regionale per la Sorveglianza delle Malattie Infettive. Passa un solo giorno e il 24 agosto il sito del Seresmi dice che ad Ardea ci sono 56 casi. Nove casi in più rimasti nel silenzio”.

Denuncio tutto questo oggi, 29 agosto, sui social. Dopo mezz’ora l’assessore è costretto a correre ai ripari e a pubblicare un aggiornamento dal quale si evince che c’è stato un picco di 9 casi ad Ardea (leggi qui). Eppure i dati del Seresmi sono pubblici dal 24 agosto”.

Che fine aveva fatto l’assessore delegato al Covid-19? Sul Covid siamo stati abituati – conclude Tarantino -: prima i varchi controllati da guardie giurate che non potevano fermare nessuno, poi l’App comunale che ha fatto da doppione a quella regionale. A distanza di giorni, tutti i nodi vengono al pettine”.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Ardea