Seguici su

Cerca nel sito

Anzio, riduzione della Tari per le attività produttive: ecco come richiederla

Il sindaco De Angelis: "Stanziate ingenti risorse per sostenere la ripresa economica del territorio"

Anzio – E’ pubblicato sul sito istituzionale e sulla pagina Fb del Comune di Anzio, l’importante avviso pubblico, rivolto alle categorie produttive della Città colpite dall’emergenza economica Covid-19, per richiedere la riduzione, fino al 40%, della tariffa dei rifiuti per l’anno 2020.

“Come Amministrazione, insieme ai numerosi provvedimenti per i cittadini in difficoltà e per migliorare la didattica a distanza dei nostri studenti, – afferma il Sindaco, Candido De Angelis – abbiamo stanziato ingenti risorse per sostenere la ripresa economica delle attività del nostro territorio che, purtroppo, insieme all’emergenza sanitaria, si sono trovate a dover fronteggiare anche una crisi economica senza precedenti”.

L’Amministrazione Comunale, per supportare le attività economiche del territorio che hanno subito evidenti danni economici legati all’impossibilità di operare liberamente sul mercato, ha varato, in seguito all’approvazione della delibera di Consiglio Comunale, il “Regolamento per le riduzioni Tari annualità 2020, utenze non domestiche”, con il taglio fino al 40% della tariffa complessiva dei rifiuti per l’anno 2020, ovviamente attraverso criteri di gradualità proporzionale all’accertato disagio economico.

“Oltre ad aver posticipato le scadenze della tariffa dei rifiuti, – comunica l’Assessore al Bilancio e Patrimonio, Eugenio Ruggiero – siamo forse il primo Comune ad aver adottato questo tipo di provvedimento, che vuole essere un segnale concreto di vicinanza e di sostegno alle categorie produttive della nostra Città”.

Possono presentare la domanda, entro il 20 settembre 2020, per la riduzione della tariffa, i Titolari/Rappresentanti legali di Ditte/Società regolarmente iscritte alla Tari del Comune di Anzio. L’avviso pubblico e il modello di domanda sono “scaricabili” dal sito (clicca qui).