Seguici su

Cerca nel sito

Roghi tossici, M5S di Anzio e Nettuno: “I Sindaci devono ragionare sulla prevenzione”

I Consiglieri comunali: "Il problema dei roghi tossici è sempre più pressante. Serve controllo e monitoraggio perché sul nostro territorio sono presenti diversi impianti a rischio"

“Il problema dei roghi tossici degli impianti di lavorazione e stoccaggio dei rifiuti è sempre più pressante, e anche se di recente ha riguardato da vicino Ardea e Pomezia, le città di Anzio e Nettuno, in continuità territoriale, non sono esenti dagli effetti devastanti dal punto di vista della sicurezza ambientale e delle persone, sia per prossimità  sia perché insistono sul nostro territorio diversi impianti a rischio, che possono essere  soggetti a incendi anche di natura dolosa”. Così in una nota stampa i consiglieri comunali del M5S di Anzio e Nettuno Rita Pollastrini, Mariateresa Russo, Alessio Guain, Mauro Rizzo.

“I Sindaci di Ardea e Pomezia sono stati ricevuti dal Prefetto, – proseguono i Consiglieri comunali – a cui hanno rappresentato  la loro preoccupazione, e tra le altre cose il Sindaco di Pomezia Adriano Zuccalá ha proposto  l’istituzione di un “Osservatorio per la sicurezza del litorale” per il monitoraggio e controllo delle attività illecite e garantire sicurezza dei cittadini e del territorio”.

“Auspichiamo che i rispettivi sindaci De Angelis e Coppola sostengano questa proposta, concludono – affinché si possa svolgere un lavoro in sinergia sul comune interesse della sicurezza pubblica e della salvaguardia ambientale”.