Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Ardea, ancora roghi tossici: in fiamme rifiuti e materassi abbandonati in strada foto

Rifiuti in fiamme in via delle Acque Basse, sul posto i volontari della Protezione Civile Airone

Ardea – Pomeriggio di fuoco ad Ardea, dove brucia l’ennesima discarica abusiva. In fiamme rifiuti e materassi abbandonati in strada in via delle Acque Basse, al confine con il Serpentone di “Lido delle Salzare”. Immediato sul posto l’intervento dei volontari della Protezione Civile Airone, che dopo aver domato e spento l’incendio metteranno in sicurezza l’area.

Non è la prima volta che un rogo del genere sprigiona tossine in quell’area; la zona,infatti, che si estende complessivamente su 706 ettari, era stata concessa dal Demanio al Comune di Ardea affinché la vendesse agli attuali occupanti.

Dal 17 febbraio è scaduto il tempo per tali pratiche ed il tutto dovrebbe ritornare allo Stato, stando ad una clausola di salvaguardia. Il fuoco comunque cerca di guadagnare terreno mettendo a rischio le abitazioni. Dall’inizio di quest’estate sono numerosi gli interventi effettuati non soltanto dalla Protezione Civile Airone e dai Vigili del Fuoco di Pomezia. Gli abitanti del posto cercano di allontanare le auto, e restare a guardia delle loro case per contribuire a spegnere il fuoco qualora dovesse mettere a rischio le abitazioni.

La zona confina con il “Complesso Immobiliare delle Salzare” dove sono ammucchiati tonnellate di rifiuti che, con l’aiuto del vento, rischiano di prendere fuoco. Rifiuti che, nonostante l’intervento del Prefetto di Roma e della Procura della Repubblica, ancora non sono stati portati in discarica, vanificando le operazioni di cernita terminate da oltre due settimane.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Ardea