Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Stecchi firma 5,82 nell’asta, personal best stagionale: “La misura è arrivata. Sono pronto per il Golden Gala”

Dopo una stagione estiva difficile l’ottavo astista del mondo fa il primato personale a Brescia. Una buona misura per guardare al futuro

Brescia – La serata strabiliante dell’atletica azzurra si estende da Ostrava a Chiari. Prende il volo Claudio Stecchi nell’asta: stupendo primato personale di 5,82 nell’evento interamente dedicato al salto con l’asta a Chiari (Brescia), in piazza, su pedana regolarmente omologata, e adesso il fiorentino è sempre di più il secondo italiano di sempre, a soli otto centimetri dal record nazionale del suo allenatore e campione del mondo di Parigi 2003 Giuseppe Gibilisco.

Stecchi (Fiamme Gialle), ottavo ai Mondiali di Doha, quarto agli Euroindoor di Glasgow, risorge dopo una stagione estiva che non era ancora decollata (5,60 a Montecarlo) e finalmente firma una misura degna del proprio talento, due centimetri in più di quanto fatto nell’inverno 2019 (5,80). A livello mondiale è una prestazione che vale il settimo posto nelle liste 2020 all’aperto e il quarto d’Europa.

Stavo bene e sapevo che prima o poi sarebbe arrivato!le parole di Stecchi, 28 anni5,50 alla prima senza problemi, anche 5,70 alla prima con una facilità disarmante e allora lì ho capito che sarebbe stata la mia serata. Il primo tentativo a 5,82, dopo circa due ore e quaranta di gara, era già buono, il secondo altrettanto ma i ritti erano troppo vicini, allora nel terzo li ho allontanati di cinque centimetri, ho sistemato la rincorsa e l’impugnatura ed è andata alla grande. Lavoriamo troppo bene per fare una stagione come quella che stava venendo fuori. Chiaro che l’atletica non è 2+2, ma il risultavo me lo aspettavo. Ora bisogna dare consistenza, già dal Golden Gala del 17 settembre: sì, voglio essere tra i migliori, voglio restare nel gruppo”.

(fonte@fidal.it)(foto@Giuseppe Marchitto)