Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Slitta l’apertura delle scuole a Sabaudia, ma restano aperti i centri estivi

Con apposito atto è stata prolungata la gestione dei centri estivi affidati alle organizzazioni attualmente autorizzate

Sabaudia – A Sabaudia le scuole apriranno il 22 settembre prossimo per le scuole primarie e secondarie e il 24 settembre per le scuole dell’infanzia e la scuola primaria di Borgo San Donato. E’ stata, infatti, pubblicata l’ordinanza con la quale viene fatto slittare l’inizio delle lezioni.

E’ stato il sindaco della città Giada Gervasi a sottoscrivere il provvedimento con il quale ha reso noto che “l’amministrazione comunale, di concerto con i due Istituti comprensivi del territorio, ha realizzato tutte le condizioni necessarie ed idonee per consentire l’inizio delle lezioni da lunedì 14 settembre, sia in ordine alle strutture e agli arredi, sia per quanto concerne i servizi, incluso il trasporto scolastico”.

Sarebbero anche diverse le problematiche da gestire e superare, così come evidenziato anche in altri comuni pontini e tra gli altri: “La mancanza di personale docente e collaboratori scolastici aggiuntivi, richiesti al fine di osservare puntualmente tutte le necessarie misure di contrasto e contenimento dei contagi da Covid-19 nelle scuole e non ancora nominati dal Provveditorato agli Studi”.

E’ stato, quindi soprattutto, per “motivi sanitari e di sicurezza, dunque per assicurare la piena tutela della salute degli alunni e di tutto il personale coinvolto che è stata assunta questa decisione. Comprendo i disagi che – dice ancora il sindaco – io stessa vivo come mamma, ma non si poteva fare diversamente. Voglio evidenziare che da due mesi, oltre a quanto già fatto in precedenza, l’amministrazione comunale ha lavorato in modo tale che fosse tutto pronto per l’inizio della scuola, garantendo aule e spazi idonei.

Ma non solo: anche se non di competenza del Comune, abbiamo acquistato banchi nuovi per essere certi che non ci fossero mancanze strutturali. Per questo voglio ringraziare prima di tutto gli Uffici e il personale del Comune che hanno permesso di arrivare pronti all’appuntamento nonostante il periodo, ma allo stesso modo ringrazio per l’impegno profuso e la grande dedizione la delegata all’istruzione Francesca Marino, in consiglieri comunali Immacolata Iorio, Gennaro Riccardi, Enrico Veglianti e Sandro Dapit, i Dirigenti, gli insegnanti, i collaboratori scolastici, il Gruppo comunale di Protezione Civile e quanti hanno supportato l’amministrazione”.

A seguito del differimento dell’inizio delle lezioni, al fine di aiutare e supportare le famiglie nella gestione dei bambini e ragazzi, la Giunta comunale ha disposto soluzioni alternative alla scuola nei sei giorni di slittamento.

Con apposito atto è stata prolungata la gestione dei centri estivi affidati alle organizzazioni attualmente autorizzate a seguito di apposito avviso pubblico a svolgere attività nella settimana dal 14 al 20 settembre 2020. Inoltre è stata chiesta alla società cooperativa Ninfea Onlus, affidataria dei Centri di aggregazione e dei servizi di Assistenza scolastica, di organizzare le attività in modalità rimodulata nella medesima settimana.