Seguici su

Cerca nel sito

Il lungomare di Ardea tra criminalità e degrado, i cittadini: “Mancano i controlli”

Un commerciante: "Ormai la stagione estiva volge al termine, ma per l’anno prossimo qualcuno dovrà prendere dei provvedimenti. Rischiamo l'ennesimo crollo del settore"

Ardea – “Sul lungomare di Tor San Lorenzo regna il degrado assoluto”. È la denuncia dei residenti della zona, costretti ad assistere spesso a scene di crimine e disordine sociale.

Numerosi i furti d’auto segnalati, ma non solo: spesso i ladri si limitano a rompere i vetri e ad asportare dall’interno borse e quanto lasciato nella macchina mentre i proprietari prendono il sole in spiaggia. Un danno non solo per i villeggianti ma anche per i balneari della zona, investiti da cattiva pubblicità.

Oggi l’ennesimo caso, raccontato da una signora sulla sua pagina Facebook, che scrive: “Purtroppo qui alla Venere in Bikini hanno rubato un’altra autovettura. Non vi so dire marca e modello al momento, intanto scrivo per farvi saper che i proprietari dello stabilimento dicono che questo problema, da troppo tempo, reca danno all’attività”.

Ad Ardea la criminalità sembra essere all’ordine del giorno, anche con atti di violenza, come accaduto sul lungomare degli Ardeatini, dove qualche settimana fa uno straniero è rimasto ferito in seguito a un accoltellamento all’esterno di un bar. Sul caso tutt’ora stanno indagando i carabinieri. Sempre nella stessa zona, in queste ore, durante una lite, uno dei partecipanti è stato minacciato con una spranga di ferro da un uomo. I due sono scappati senza lasciare il tempo ai residenti di avvertire le forze dell’ordine.

Venditore ambulante lungomare di Ardea

“Un lungomare frequentato da delinquenti – dichiara a ilfaroonline.it un commerciante della zona esasperato -. Probabilmente la maggior parte di loro proviene da zone degradate delle Salzare, molte delle quali di proprietà comunale, occupate abusivamente. Che dire poi dei venditori ambulanti che circolano per la spiaggia? Ormai la stagione volge al termine, ma per l’anno prossimo qualcuno dovrà prendere dei provvedimenti fin da subito, altrimenti rischiamo l’ennesimo crollo del settore”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Ardea
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Ardea