Seguici su

Cerca nel sito

Raid notturno al Borgo da Ciao Belli. Stefano Locci: “Tanti danni e tanta amarezza”

Intervento della vigilanza e dei carabinieri. Preso il ladro e una presunta complice

Fiumicino – La porta a vetri divelta, tavoli gettati a terra, il registratore di cassa aperto. E’ questa la scena che si sono trovati davanti i carabinieri di Fiumicino e la vigilanza entrando al Borgo da Ciao Belli, di Stefano Locci. Un intero locale messo a soqquadro intorno all’una e mezzo di notte da un uomo – già fermato nei giorni scorsi per un altro furto – che però non ha fatto i conti con l’allarme silenzioso installato nel locale.

All’arrivo dei militari, infatti, il malfattore è stato pizzicato mentre era ancora all’interno del locale. Bloccato dalle forze dell’ordine, il ladro è ora in stato di fermo. Fermata anche la presunta complice, trovata nell’auto dell’uomo.

“Tanti danni e tanta amarezza – dice a ilfaroonline.it Stefano Locci -. Quello che più mi fa rabbia è che le modalità dell’incursione notturna sono le stesse di 5 anni fa, quando ho aperto il locale: stessa porta distrutta e stessi danni”.

Per dovere di cronaca, e a tutela di chi è indagato, ricordiamo che un’accusa non equivale a una condanna, che le prove di formano in Tribunale e che l’ordinamento giudiziario italiano prevede comunque tre gradi di giudizio.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fiumicino 
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Fiumicino