Seguici su

Cerca nel sito

L’oppositore russo Navalny dimesso dall’ospedale, Putin: “Si è avvelenato da solo”

Putin ha parlato di Navalny come di un "piantagrane su Internet che già in passato ha simulato problemi fisici"

Berlino – L’oppositore russo Aleksei Navalny, dimesso dall’ospedale di Berlino dove era ricoverato, si sarebbe avvelenato da solo con il Novichok per motivi imprecisati, ha detto Vladimir Putin a Emmanuel Macron nel colloquio telefonico che i Presidenti di Russia e Francia hanno avuto il 14 di questo mese, secondo quanto ha ricostruito le Monde citando fondi anonime.

Putin ha parlato di Navalny come di un “piantagrane su Internet che già in passato ha simulato problemi fisici”. Navalny ha ironicamente commentato la notizia del quotidiano francese spiegando che il suo piano geniale era quello di cucinare il Novichok, imbarcarsi su un aereo per morire in un spedale di Omsk e finire nell’obitorio della città siberiana dove si sarebbe stabilito che la causa della morte era che aveva vissuto troppo. “Ma Putin mi ha scoperto”. (Fonte: Adnkronos)