Seguici su

Cerca nel sito

Recovery Fund, Di Maio: “E’ un treno che non ripassa, bisogna fare presto”

Il ministro degli Esteri in audizione alla Camera: "Quelle messe a disposizione dall'Europa sono risorse ingenti. Il Recovery Fund vale più del Piano Marshall"

Roma – ”Il sostegno straordinario dell’Unione Europea ci offre l’occasione di sviluppare un programma che faccia davvero la differenza. Il Recovery Fund è un banco di prova”. A dichiararlo è stato il ministro degli Esteri Luigi di Maio intervenendo in audizione alla Camera dei Deputati sul Recovery Fund.

“Quelle messe a disposizione dall’Europa sono risorse ingenti. Il Recovery Fund vale più del Piano Marshall”, ha detto ancora il ministro aggiungendo: “Dobbiamo fare presto ma anche bene, è un treno che non ripasserà più, un’occasione unica per modernizzare il nostro paese“.

”La pandemia ci ha mostrato quanto profonde siano le interdipendenze e connessioni tra stati membri, ha evidenziato quanto i nostri destini siano accomunati. Anche per questo molti stati membri e le opinioni pubbliche europee guardano all’Italia con grande attenzione e noi abbiamo una responsabilità anche nei loro confronti”, ha spiegato ancora Di Maio.

Per il ministro, “il piano nazionale è un’occasione unica per stimolare tutta la pubblica amministrazione verso l’efficienza energetica e la digitalizzazione. Nell’Europa di domani – ha sottolineato – l’Italia non può permettersi il lusso di perdere la sfida della competitività tra pubbliche amministrazioni”. Nel fare riferimento alle 4 grandi sfide che il piano nazionale deve contribuire a vincere, il capo della diplomazia italiana ha citato “la ripresa nazionale dopo la crisi, la transizione verde e digitale, l’aumento del potenziale di crescita, la creazione di occupazione”. (fonte: Adnkronos)