Seguici su

Cerca nel sito

Covid-19 all’Enriques di Dragoncello, il Preside: “Non c’è nessun focolaio”

Il Preside: "Stiamo lavorando per far allargare le aule piccole del plesso di Dragoncello, così da consentire il distanziamento in alcune classi della scuola"

Roma – “La situazione alla succursale del Liceo Scientifico Federico Enriques di Dragoncello è tranquilla e non c’è nessun focolaio“. Così ci risponde telefonicamente il preside prof. Antonio Palcich, che ci tiene a fare chiarezza sul caso di Covid-19 all’interno della sua scuola.

Nei giorni scorsi una studentessa minorenne era risultata positiva alla malattia, dopo esser entrata in contatto con una persona esterna alla scuola positiva al virus.

“La ragazza fino a oggi ha frequentato la propria classe solo il primo giorno di scuola – prosegue il prof. Palcich -, un momento dove ancora non era a conoscenza della positività al virus. Solo il pomeriggio del 14 settembre è stata avvisata della positività al Covid di quella persona che incontrò. La ragazza da quel momento si è messa subito in quarantena, ricevendo purtroppo la notizia di essere positiva alla malattia pochi giorni dopo”.

Sono stato io a chiamare l’Asl Roma 3 per segnalare la faccenda – prosegue il Preside -, subito dopo aver ricevuto gli aggiornamenti sulle condizioni di salute della ragazza. E’ stata la stessa Asl a mettere in quarantena i docenti e i compagni di classe che avevano incontrato la ragazza il primo giorno di scuola”.

“Al momento è stato effettuato il test su tutto il personale scolastico entrato in contatto con la giovane – continua telefonicamente il prof. Antonio Palcich -. Al momento i lavoratori sono tutti negativi, ma devono rimanere in quarantena ancora qualche giorno perché c’è ancora la possibilità che possano risultare positivi al Covid-19 nei prossimi test”.

“Ecco come stiamo assicurando il rispetto delle norme di sicurezza”

Ci tengo a smentire alcune polemiche degli ultimi giorni – ci dice il prof. Antonio Palcich -: la nostra scuola rispetta il distanziamento in classe“.

“E’ vero che nel plesso di Dragoncello alcune classi abbiano mostrato delle criticità per consentire il distanziamento – prosegue il Preside -, ma in questi casi gli alunni sono obbligati a portare le mascherine nella propria classe. Davanti a questi problemi, mi sono attivato per far sistemare il plesso scolastico in tempi celeri: già stamattina ho effettuato un nuovo sopralluogo presso l’edificio, per constatare personalmente il procedere dei lavori”.

Nelle aule più piccole e dove il numero degli alunni supera la capienza di sicurezza – continua il prof. Palcich -, abbiamo sistemato provvisoriamente i ragazzi nell’aula di laboratorio. Qui i nostri alunni seguono la lezione in classe attraverso un computer. Ovviamente quando un ragazzo è assente, a turno uno dei ragazzi o delle ragazze in laboratorio torna a seguire la lezione in classe”.

“Anche per le ore di palestra ci stiamo muovendo molto attentamente – conclude il Preside -. A Dragona possediamo una grande palestra, che tecnicamente in questo periodo di pandemia potrebbe ospitare fino a due classi alla volta durante le ore di ginnastica. Con i docenti della materia abbiamo stabilito di essere più prudenti in questo ambito, consentendo l’utilizzo della palestra solo a una classe alla volta“.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Ostia X Municipio
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Ostia X Municipio