Seguici su

Cerca nel sito

Civitavecchia, picchia e minaccia la moglie invalida: nei guai un 82enne

A giugno gli era stata revocata la misura del divieto di avvicinamento alla moglie, ma al suo rientro presso l'abitazione di Civitavecchia ha ripreso i maltrattamenti verso la donna

Civitavecchia – Picchiava e minacciava la moglie invalida al 100%. È successo a Civitavecchia, dove la Polizia di Stato, diretta da Paolo Guiso, è intervenuta eseguendo la misura dell’obbligo di allontanamento dalla casa familiare e il divieto di avvicinamento alla parte offesa, nonché ai luoghi dalla stessa frequentati a carico di un 82enne, ritenuto responsabile del reato di lesioni, ingiurie e minacce ai danni della propria moglie.

L’uomo, al quale, nel mese di giugno, era stata revocata la misura del divieto di avvicinamento al coniuge, al suo rientro presso l’abitazione dell’anziana moglie, invalida al 100%, ha ripreso i maltrattamenti, con continue ingiurie e vessazioni.

La situazione è però degenerata il 22 settembre quando, a seguito dell’ennesima lite per futili motivi, l’uomo l’ha colpita con un pugno al volto, costringendola a richiedere l’intervento dei sanitari e della Polizia di Stato.

Gli agenti, dopo aver sentito i testimoni e raccolto la denuncia della donna hanno immediatamente informato l’Autorità Giudiziaria che ha ritenuto di emettere la misura cautelare eseguita nel pomeriggio di ieri.

Per dovere di cronaca, e a tutela di chi è indagato, ricordiamo che un’accusa non equivale a una condanna, che le prove si formano in Tribunale e che l’ordinamento giudiziario italiano prevede comunque tre gradi di giudizio.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Civitavecchia
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Civitavecchia