Seguici su

Cerca nel sito

Covid-19, da paziente a donatore: a Pomezia l’impegno di un uomo nella ricerca al vaccino

Il pometino Marco Giugliano, dopo la guarigione dal coronavirus, è diventato il primo paziente del Campus Bio-Medico di Roma a donare il plasma per la ricerca Covid

Pomezia – Marco Giugliano, pometino doc, era già donatore di sangue presso il Campus Bio-Medico di Roma, ma oggi, dopo la guarigione dal coronavirus, è diventato il primo paziente della struttura a donare il plasma, partecipando attivamente alla ricerca per combattere il virus.

“Il suo gesto è prezioso per il nostro team di ricerca – scrive l’Università Campus Bio-medico di Roma in una nota -, impegnato da mesi in ‘Tsunami’, lo studio dei fattori genetici per la definizione di nuove strategie terapeutiche contro il coronavirus. Lo studio, autorizzato dall’Istituto Superiore di Sanità e dall’Aifa, sta valutando l’efficacia della terapia con plasma prelevato da donatori convalescenti da Covid-19 su soggetti positivi al virus”.

“Da un punto di vista etico e sociale tutti possono fare questa scelta – racconta Giugliano -, la mia è stata la conseguenza del percorso che ho fatto negli ultimi anni. Quando ho contratto il Covid la prima cosa che mi è venuta in mente è che se avessi avuto abbastanza anticorpi per poter fare la donazione del plasma, sicuramente mi sarei rivolto al Campus”.

“Mi ritengo fortunato – aggiunge -, perché i miei 40 giorni di isolamento sono stati abbastanza ‘sereni’, non ho mai avuto una patologia tale che mi costringesse a curarmi fuori di casa. Però ho avuto amici che sono stati ricoverati e non ce l’hanno fatta e questo mi ha segnato molto”.


Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Pomezia
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Pomezia