Seguici su

Cerca nel sito

“No all’obbligo del vaccino antifluenzale”, il Tar dà ragione ad un medico di Ardea

Il dottor Mariano Amici: "E' arrivata la prima grande vittoria. Ora il presidente Nicola Zingaretti si deve dimettere"

Il Tar del Lazio ha accolto il ricorso presentato dal dottor Mariano Amici, medico di Ardea, in cui viene richiesta la sospensione dell’ordinanza della Regione Lazio che rendeva obbligatoria la vaccinazione antinfluenzale per gli over 65 e per tutto il personale sanitario.

L’ordinanza, firmata dal presidente della Regione Nicola Zingaretti, avrebbe dovuto rendere obbligatoria la vaccinazione antinfluenzale a partire dal 15 settembre (leggi qui).

mariano amici

Il dottor Mariano Amici, medico di Ardea

“Ringrazio il dottor Amici – ha detto l’avvocato Nicola Massafra ai microfoni di italiasera.it – per aver avviato questa battaglia di civiltà e libertà a cui tutti dobbiamo sentirci chiamati quando i cardini della nostra Costituzione, frutto di un importante bilanciamento di diritti e valori, vengono aggrediti e calpestati. Ringrazio altresì i numerosi medici e over 65 che hanno voluto aderire all’iniziativa del dott. Amici e dare il loro contributo fattivo mettendoci personalmente la faccia a tutela dei diritti di tutti”.

Nelle motivazioni della sentenza, il Tar ha spiegato che la “normativa emergenziale Covid-19 non ammette simili interventi regionali in materia di vaccinazioni obbligatorie”.

Inoltre – si legge nella sentenza – “le disposizioni in materia di igiene e sanità nonché di protezione civile non recano previsioni che possano autorizzare le regioni ad adottare questo tipo di ordinanze allorché il fenomeno assuma, come nella specie, un rilievo di carattere nazionale”. Secondo il tribunale amministrativo regionale, dunque, “l’ordinamento costituzionale non tollera interventi regionali di questo genere”. “In conclusione si deve affermare che – spiegano i giudici – al di là della ragionevolezza della misura, la sua introduzione non rientra nella sfera di attribuzioni regionale ma, semmai, soltanto in quella statale“.

“Nel giorno del mio compleanno – ha commentato il dottor Mariano Amici – è arrivata la prima grande vittoria. Abbiamo vinto il ricorso al Tar contro la vaccinazione antinfluenzale obbligatoria. Il presidente Zingaretti si deve dimettere“.

(Il Faro online)