Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Democrito, 30 classi in didattica a distanza. Ecco perché la Preside non voleva aprire

La Preside della scuola aveva già sottolineato come la sua struttura non era pronta per aprire il 14 settembre 2020

Ostia – Il liceo Democrito di Casal Palocco sospende le lezioni in presenza, così da non incorrere in contagi tra studenti o personale scolastico.

Una scelta che la preside Angela Gadaleta voleva prendere prima del rientro a scuola del 14 settembre, ponendosi tra i 22 Presidi di Ostia e Fiumicino firmatari di una lettera a Nicola Zingaretti, Presidente della Regione Lazio, per segnalare le criticità delle proprie scuole e quindi le difficoltà per garantire le norme di sicurezza anti Covid-19.

Le problematiche che firmò la prof.ssa Gadaleta furono anzitutto di natura strutturale, considerato come nella scuola mancassero aule abbastanza grandi per garantire le distanze tra gli studenti iscritti al percorso di liceo scientifico.

Ma a questo si aggiungono anche problemi logistici. Anzitutto la mancanza dei famosi banchi da un posto a rotelle, che ancora fanno discutere la scena della politica italiana. In secondo luogo – ma non meno importante – la mancanza di unità nel reparto dei collaboratori scolastici, fondamentali oggi per il controllo dei corridoi e soprattutto nell’opera di continua sanificazione dei locali scolastici.

La Preside oggi ha deciso d’interrompere la didattica dal vivo, lanciando lo streaming per le classi 1B, 2B, 3B, 4B, 5B, 1G, 2G, 3G, 4G, 5G, 2C, 3C, 4C, 1L, 4L, 3F, 4F, 2D, 3D, 4D, 2E, 3E, 4E, 5E, 3Ra, 4Rb, 5Rb, 2I, 3A.

In totale 30 classi del liceo Democrito passeranno provvisoriamente nelle modalità di Didattica a Distanza, un metodo di lezione che ha contraddistinto il periodo di lockdown da Covid-19.

La situazione che ha spinto la prof.ssa Gadaleta a togliere le lezioni in presenza è legata al rialzo dei contagi nella Regione Lazio, in un dato che può creare dei rischi in una scuola che dal 5 settembre segnalava delle criticità in fatto di sicurezza sanitaria.

La Preside del Democratico ha valutato anche l’eventuale stop forzato dei propri docenti scolastici, che potrebbero trovarsi contagiati dal Covid-19 e quindi essere indisposti a effettuare le lezioni anche in maniera virtuale. In questo caso i ragazzi dovranno armarsi dei propri libri, facendo studio autonomo – magari aiutati dalle proprie famiglie – e tenendo sempre in considerazione il Registro Elettronico di classe.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Ostia X Municipio
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Ostia X Municipio