Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

A dicembre la Youth League di karate, Benetello: “L’attesa è finita. I protocolli redatti, anche per gli eventi futuri”

Non si ferma il karate in rotta verso le sue prime Olimpiadi. Ne parla il Presidente della Commissione Atleti Wkf sui social

Oltre 3000 gli atleti partecipanti lo scorso anno. E poi lo stop dovuto alla diffusione del Covid-19 e il timore di non poter tornare sul tatami per riassaporare adrenalina e sudore sportivo sulla pelle.

Ecco però i protocolli a rendere probabilmente le cose più facili e ad alimentare ancora i sogni dei karateka più giovani. Nel 2019 la Youth League di Venezia (con la Venice Cup) e Jesolo ha riempito gli occhi di emozione e mostrato la bellezza del karate mondiale. E sta per tornare la competizione, nonostante il coronavirus non sia stato debellato, ma le regole di distanziamento e i protocolli decisi possono porre un freno all’epidemia e lasciar salire sul tatami gli atleti, nell’edizione del 2020.

Davide Benetello, Thomas Bach e Antonio Espinos

Lo annuncia Davide Benetello sulla sua pagina ufficiale Facebook: “L’attesa è finita!”. Si sono aperte le iscrizioni al torneo. Il 5 ottobre si è dato il via all’organizzazione tecnica della competizione. Lo dice con particolare emozione il presidente della Commissione Atleti Wkf e membro del settore karate della Fijlkam: “Un lavoro estenuante tra la Wkf e la stessa Fijlkam, insieme agli organizzatori locali, per redigere un protocollo anti – Covid-19 che sarà pietra miliare, anche per le prossime organizzazioni dei grandi eventi di karate”.

Le previsioni sono ottime per numero di partecipanti per l’edizione del 2020, che si svolgerà dal 4 al 6 dicembre prossimo. E’ tanta la voglia di karate e di normalità. E lo sport può fare da traino.

https://www.facebook.com/davide.benetello.5/posts/10158807478984530

(Il Faro online)(foto@YouthLeagueVeniceCup2019Facebook)