Seguici su

Cerca nel sito

“Chi ha ucciso Angelo Vassallo?”: un nuovo libro per far luce sull’assassinio del sindaco pescatore foto

L’aula consiliare del Comune di Fiumicino ha fatto da cornice alla presentazione del libro “La verità negata – Chi ha ucciso Angelo Vassallo il Sindaco Pescatore”

Di: CLARISSA MONTAGNA

Fiumicino –  Si è svolta ieri pomeriggio, 10 ottobre 2020, presso l’aula consiliare del Comune di Fiumicino la presentazione del libro “La verità negata – Chi ha ucciso Angelo Vassallo il Sindaco Pescatore” di Dario Vassallo e Vincenzo Iurillo.

Tra i partecipanti all’evento, l’autore del libro Dario Vassallo, la delegata alla Legalità del Comune di Fiumicino Arcangela Galluzzo, l’assessore dei Servizi Sociali e delle Pari Opportunità Anna Maria Anselmi ed il delegato del Sindaco alla sicurezza sul territorio, Domenico Parente.

Durante la presentazione, l’artista Gianni Caruso ha letto alcuni tra i più toccanti brani dell’opera.

Una verità ancora negata

10 anni di rabbia, 10 anni di ricerche, 10 anni di ostacoli. Sono troppe le insidie che Dario Vassallo ha dovuto affrontare per far venire a galla la verità sull’omicidio di suo fratello Angelo Vassallo, il sindaco di Pollica (Salerno), ucciso mentre rientrava a casa al volante della sua auto, la sera del 5 settembre 2010 con 9 fatali colpi di pistola.

Quello che i fratelli Vassallo, Dario e Massimo, sono riusciti a tirar fuori in questi lunghi anni di ricerche, in lungo e largo per tutta l’Italia, è la pista di una vendetta di camorra, dato che il Sindaco pescatore aveva ripetutamente combattuto contro il traffico di stupefacenti. Eppure la loro battaglia non è ancora finita.

“Abbiamo scelto l’aula consiliare per la presentazione del libro perché è il luogo dei cittadini e loro sono i primi a cui dobbiamo la verità”. Queste le parole con cui Arcangela Galluzzo ha dato il via all’incontro.

“Angelo Vassallo – ha spiegato l’assessore Anna Maria Anselmi durante il suo intervento –  era un imprenditore che aveva dedicato la sua vita alla pesca e che amava il mare, talmente tanto da impegnarsi personalmente per tutelarlo dall’inquinamento. E’ grazie a lui se Pollonica-Acciaroli hanno ottenuto le bandiere blu. Angelo ha portato la sua città ad essere conosciuta nel mondo arrivando a far parlare di lui perfino in Cina”.

“Ho conosciuto Dario Vassallo nel 2013 – sottolinea l’Assessore– e ho sempre condiviso la sua battaglia nella ricerca della verità sull’uccisione di suo fratello. Sono stata anche avvocato in difesa della Fondazione Vassallo sindaco pescatore nel processo di Salerno. E’ un onore per me lottare al loro fianco”.

“Chi uccide un Sindaco uccide lo Stato – ha aggiunto Arcangela Galluzzo -. Angelo Vassallo è un simbolo ed un esempio di buona politica e conoscere la verità sulla sua morte è un dovere per tutti noi. Se è vero che la storia la fanno gli uomini, con la presenza di Angelo di sicuro la nostra realtà avrebbe preso una piega diversa: sarebbe stata più giusta.

Il Nostro compito è portare avanti le sue idee di bellezza, legalità e giustizia. Questo è un libro che non fa sconti a nessuno. Non bisogna dimenticare che la legalità senza giustizia è parola vuota”.

La verità negata non è chi ha ucciso Angelo Vassallo, – commenta l’autore Dario Vassallo – ma chi ha ucciso questo Paese. Dieci anni di lotta sono tanti, ma non me ne pentirò mai. Non potevo, però,  immaginare di trovarmi in una situazione così drammatica: un cittadino, fratello del Sindaco, che deve difendersi dagli uomini che stanno all’interno delle nostre Istituzioni. Nella mia ricerca della verità sono combattuto da uomini dello Stato”.

“Alla fine della scrittura del libro mi sono sentito un po’ più sollevato – spiega l’Autore -. Il nero su bianco resta nella storia. E’ la testimonianza di quanto abbiamo dovuto fronteggiare in nome di mio fratello. Una documentazione di come stanno davvero le cose nel nostro Paese. Non si può più nascondere la realtà e la realtà è che la politica non ne ha azzeccata una”.

Ringrazio il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte per l’interessamento dimostrato, – conclude Vassallo -mandando una lettera rivolta alla mia famiglia. Far luce su quanto accaduto è una necessità”.

Al termine della presentazione, il pubblico, dopo un lungo applauso, ha avuto la possibilità di acquistare le copie del libro e di poterle far autografare da Dario Vassallo.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fiumicino
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Fiumicino