Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Meteo Italia: lunedì vortice ciclonico con piogge, temporali, grandine e NEVE, i dettagli previsioni

Un vortice sul Nordovest sta pilotando una perturbazione responsabile di maltempo anche intenso

Più informazioni su

AGGIORNAMENTO ORE 10,20 – ALLAGAMENTI NEL SALENTO. Hanno picchiato duro i temporali ad inizio mattinata sul Salento, tanto che si sono avuti allagamenti nel Leccese con accumuli pluviometrici fino a 50mm e diversi disagi nella circolazione stradale. A Gallipoli si segnalano allagamenti anche all’interno dell’ospedale.

AGGIORNAMENTO ORE 8 – MALTEMPO SU EMILIA E CENTRO-SUD. La perturbazione sta agendo su Emilia orientale e Romagna, oltre a gran parte del Centro-Sud. Accumuli pluviometrici oltre 25mm si registrano sul Forlivese, 30mm sul Grossetano, ma è in Campania che si sono avuti i fenomeni più intensi con alcune criticità. A Napoli un nubifragio si è scaricato sulla città nella serata di domenica trasformando le strade in torrenti nella zona di Posillipo, con auto bloccate e abitanti costretti a rimanere chiusi in casa. Ma un po’ tutto il Sud Italia è alle prese con maltempo intenso con piogge diffuse su est Sicilia, Calabria, Lucania, temporali in Puglia, specie sul Salento. Piogge e qualche temporale anche in Sardegna.

NEVE SU ALPI ORIENTALI E APPENNINO. La neve ha imbiancato le Dolomiti anche fino a 700m sul Tarvisiano, oltre i 1100/1200m sulle restanti Alpi orientali, leggera imbiancata a Dobbiaco, San Candido, Ortisei, Cortina d’Ampezzo, Sappada e Tarvisio. Accumuli di neve fresca anche di 50cm oltre i 2000m. Ma la neve ha fatto la sua comparsa fin sull’Appennino Emiliano, oltre i 1200m sul settore modenese e sull’Abetone.

VENTI FORTI. Si segnalano inoltre i venti forti che vengono innescati dalla presenza del vortice sulle regioni di Nordovest, con il Maestrale che spazza i bacini occidentali, soprattutto il Mar di Sardegna. Tramontana invece sulla costa ligure con raffiche fino a 80km/h sulla costa di Levante, Bora sull’alto Adriatico con raffiche di 80km/h a Trieste.

METEO PROSSIME ORE. Andrà ulteriormente migliorando la situazione al Nord con le ultime piogge sulla Romagna fino al mattino, localmente anche sul basso Veneto, in esaurimento dal pomeriggio. Neve sull’Appennino Emiliano oltre i 1200/1300m, in rialzo a 1400m. Ampie schiarite al Nordovest, in graduale estensione al Triveneto. Graduali schiarite in Toscana, tempo instabile o perturbato sul resto del Centro-Sud con piogge e temporali che tenderanno a concentrarsi sul versante tirrenico, in particolare sulla Calabria, ma anche sul Salento. Spruzzate di neve sull’Appennino centrale dai 1900m. Nel corso della serata fenomeni in graduale attenuazione a partire dalle regioni centrali, con schiarite in arrivo sul Lazio. Venti ancora tesi o forti di Maestrale, Tramontana e Grecale. Temperature in calo.

Evoluzione meteo Lazio

LUNEDI’: Il minimo depressionario associato alla perturbazione giunta nella giornata di ieri si posizionerà davanti le coste tirreniche centrali generando instabilità diffusa in particolare sul Lazio con piogge e rovesci sparsi, localmente a sfondo temporalesco con alternanza a brevi schiarite; qualche precipitazione anche sull’Umbria, specie meridionale e sui confini con le Marche. Nuvoloso sulla Toscana con residui fenomeni nella prima parte della giornata. Temperature previste in generale calo. La neve potrà cadere in Appennino temporaneamente anche sotto i 1700m, a tratti fin verso i 1300m sui settori appenninici a confine con l’Emilia. Venti di grecale in rinforzo sulla Toscana, entro il pomeriggio anche su Umbria e Lazio. Mare da mosso a molto mosso.

Previsioni per il Lazio

DOMENICA INSTABILE, LUNEDI’ ANCORA ACQUAZZONI SPECIE SUL LAZIO, NUOVA PERTURBAZIONE TRA MERCOLEDI’ E GIOVEDI’ l’avanzare di correnti nord atlantiche sulla Penisola porterà una domenica molto instabile sulle regioni centrali tirreniche con fenomeni a carattere di rovescio e temporali, più incisivi sulla Toscana e sul basso Lazio. Circolazione depressionaria che resterà attiva anche nella giornata di lunedì, in particolare sul Lazio, per l’azione di un minimo di bassa pressione posizionato di fronte le coste laziali. Avremo così frequenti spunti piovosi in condizioni di spiccata variabilità; in giornata ritorno a condizioni più stabili sulla Toscana. Contesto climatico autunnale con temperature in generale calo .

Previsto il ritorno della neve a quote prossime i 1300 – 1500 m sull’alta Toscana. Martedì breve tregua, con assenza di piogge, peggiora tuttavia già dalla sera sull’alta Toscana: sarà ikl preludio a una nuiova perturbazione di pieno stampo autunnale che porterà piogge diffuse mercoledì. Situazione in continua evoluzione, vi invitiamo a restare aggiornati.

Più informazioni su