Seguici su

Cerca nel sito

Fiumicino, Severini: “Il Comune si fa grande con i soldi dei privati”

Il capogruppo di Crescere Insieme: "Se c'è un impegno che va riconosciuto a questa Amministrazione è quello di aver continuato a prendere in giro la cittadinanza a suon di spot elettorali e di promesse non mantenute"

Fiumicino – “Dispiace constatare che proprio Stefano Calcaterra, che è dell’area nord del territorio, la zona più trascurata e bistrattata, debba difendere l’operato dell’Amministrazione di centrosinistra – che lui stesso rappresenta – nel centro storico di Fiumicino. Che cosa è stato fatto per il nord del comune? Ad Aranova, dove lo stesso Calcaterra vive, il sindaco Montino sono ben quattro anni che non si fa vedere“.

E’ quanto si legge in una nota a firma di Roberto Severini, capogruppo della lista civica Crescere Insieme di Fiumicino, che così controbatte alle dichiarazioni di Calcaterra (leggi qui), aggiungendo: “Le promesse del Comune non sono state mantenute: la Casa della Salute è un’opera della Regione, a via Elini i residenti aspettano da anni i lampioni, mentre a via Villa Verde aspettano le fogne, come promesso dal Sindaco in persona. In campagna elettorale avevano si erano fatti grandi per la realizzazione del Poliambulatorio ad Aranova, una struttura che in realtà non è un poliambulatorio bensì un centro di analisi privato che, dopo sette anni, ancora deve nascere. E che dire del serbatoio dell’acqua di Acea e della piazza, una delle 14 annunciate? Mai visti.

Il consigliere del Pd decanta i lavori di riqualificazione e le opere realizzate dal Comune dimenticando che la maggior parte di esse sono state finanziate appunto da enti privati. Come la Notte Bianca, messa in piedi dalle associazioni, o la riqualificazione del Borgo di Maccarese, pagata dalla stessa azienda di Maccarese.

Sarebbe poi da chiedere ai residenti di Parco Leonardo se sono soddisfatti dell’operato di questa Amministrazione, visto che tre anni fa il Comune aveva detto al Consorzio che se non avesse provveduto a realizzare alcune opere gli sarebbe stata revocata la concessione.

Se c’è un impegno che va riconosciuto a questa Amministrazione è quello di aver continuato a prendere in giro la cittadinanza a suon di spot elettorali e di promesse non mantenute, come il Palazzetto dello Sport che stiamo ancora aspettando”

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fiumicino
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Fiumicino