Seguici su

Cerca nel sito

Più alberi a Tarquinia: ecco il progetto green dell’Università Agraria

Il vicepresidente Alberto Tosoni: "L'idea è quella di creare un nuovo polmone verde: il bosco sarà a pieno regime circa entro un decennio"

Tarquinia – “Ossigeno” è un progetto a livello regionale con cui ci si propone di piantare 6 milioni di nuovi alberi, uno per ogni abitante del Lazio, per contrastare il cambiamento climatico, compensare le emissioni di CO2 e proteggere la biodiversità.

Un investimento per i fondi della Regione Lazio di 12 milioni di euro, che porterà ad una svolta green a cui vuole aderire anche Tarquinia, proprio attraverso questo progetto fortemente voluto dal vicepresidente dell’Università Agraria Alberto Tosoni. Tosoni, col pieno sostegno del Presidente Sergio Borzacchi, dell’Amministrazione e del suo gruppo Forza Civica, ha iniziato subito a lavorare alla manifestazione di interesse col segretario Marcello Marian.

“I finanziamenti a cui puntiamo ad accedere – spiega Tosoni – riguardano sia l’acquisto delle piante che la fornitura e la messa a dimora, e copriranno il 100% di questa spesa. L’idea è quella di creare un nuovo polmone verde. Con l’aiuto del nostro personale stiamo individuando il sito, per cui però abbiamo già delineato le caratteristiche: vogliamo che sia minimo di un ettaro, ma se possibile più grande, e che sia nei pressi del centro aziendale, per permettere con facilità le operazioni di manutenzione e gestione. All’obiettivo di riduzione della Co2 e di incremento del verde, vogliamo aggiungere anche quello di abbellimento ed arricchimento del centro aziendale dell’Agraria”.

Tosoni pensa al progetto “Ossigeno” come un punto di partenza: “Il nuovo bosco connesso al centro aziendale, fatto di piante tipiche del posto nel pieno rispetto del territorio, dovrà da subito essere più vicino a scuole e cittadini – spiega -. Come è ovvio, il bosco sarà a pieno regime circa entro un decennio, ma già da subito si potranno favorire visite e progetti. Sperando che il nostro progetto venga approvato dalla Regione e vada in porto, spero che tutto possa essere realizzato già nel 2021″.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Tarquinia
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Tarquinia