Seguici su

Cerca nel sito

Ardita: “Ladispoli e Cerveteri hanno bisogno di un ospedale”

"Zingaretti dopo la mozione approvata in Regione inserisca il Distretto Rm2 nel piano sanitario regionale".

Ladispoli – “Non si può rimanere indifferenti alla paura del Covid che sta coinvolgendo numerosi cittadini di Ladispoli e Cerveteri, che quotidianamente si stanno recando alla Casa della Salute per fare il tampone, perché dalle scuole alle feste fatte in famiglia la paura c’è di essere contaminati”.

Così in una nota il consigliere comunale di FdI Giovanni Ardita, che prosegue: “La nostra amministrazione si può impegnare in diversi modi deviando il traffico dall’Aurelia alla zona artigianale, ma il problema reale sussiste, la gente ha paura e giustamente va a farsi il tampone alla struttura sanitaria più vicina.

Rimaniamo sorpresi delle infinite file che sia fanno dall’Aurelia alla via Settevene Palo partendo dalla zona campo sportivo ad uscire vicino al cimitero al km.41.000 dell’Aurelia.

Per non parlare dei numerosi ricoverati in terapia intensiva, sono certo che i posti letto all’Ospedale S.Paolo non sono più disponibili, sicuramente tra Civitavecchia e comuni limitrofi letti nei corridoi e pronto soccorso strapieno di gente senza letto.

In alternativa l’altro ospedale fantasma disponibile per il nostro distretto Rm2 dovrebbe essere quello di Bracciano, oltre ad essere un impresa raggiungerlo con la chiusura infinita della strada braccianese, mi chiedo ma veramente l’ospedale di bracciano è attrezzato per il Covid?

Oggi più di prima dobbiamo alzare la voce con la Regione Lazio e far valere il diritto di far tutelare la salute del nostro territorio Ladispoli e Cerveteri, dobbiamo rivendicare con una popolazione complessiva di più di 85.000 abitanti l’inverno e 200.000 l’estate che il Presidente della Regione Lazio porti avanti la mozione presentata dal Consigliere regionale FdI Giancarlo Righini approvata nl mese di settembre.

E’ ora di fare dei passi avanti e di inserire al più presto nel piano sanitario regionale la possibilità di poter costruire una struttura ospedaliera per Ladispoli e Cerveteri, io tutti i casi che ci sono stati di Covid nel nostro territorio so che sono stati ricoverati con difficoltà al Gemelli al S.Camillo ed altri ospedali di Roma.

Bisogna programmare un servizio sanitario ospedaliero con un pronto soccorso, se Zingaretti non troverà le risorse con fondi regionali ed europei per costruire nuovi ospedali nel Lazio, basterebbe solo che ci approva ed inserisce il nostro territorio nel piano sanitario regionale, poi gli imprenditori che investono nella sanità li troveremo sicuramente perché la salute dei cittadini di Ladispoli e Cerveteri sta a cuore a tutti”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Ladispoli

Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Ladispoli