Seguici su

Cerca nel sito

Benedetta stella della rana: l’azzurra fa bis di primati, anche nei 100 è storia

L’azzurra in gara all’International Swimming League fa suo anche il record nei 100, dopo quello conquistato nei 50

Budapest – Benedetta Pilato si ripete e abbassa anche il record italiano dei 100 rana in vasca corta portandolo sull’ 1’03″67 (passaggio ai 50 in 30″12). Migliorato il precedente di Martina Carraro che aveva nuotato in 1’04″11 il 24 novembre 2019 a Londra. La 15enne allenata da Vito D’Onghia, tesserata per il CC Aniene, aveva un primato personale di 1’05″40 che risaliva al 9 novembre 2019, registrato al trofeo Nico Sapio di Genova. L’azzurra, così come venerdì, è stata preceduta solo dalla statunitense Lilly King , vice campionessa mondiale nel 2016 della distanza, in 1’03″16 nella seconda giornata del primo round dell’International Swimming League in svolgimento alla Duna Arena di Budapest.

La vice campionessa mondiale, europea juniores e primatista italiana dei 50 rana in vasca lunga e corta, aveva portato il record assoluto della breve distanza sul 28″97, abbassando il precedente di 29″32 che aveva fissato a Glasgow il 4 dicembre 2019 in occasione della medaglia d’oro vinta agli europei. In gara era finita seconda pagando 11 centesimi alla King, campionessa mondiale nel 2016 (nonché in vasca lunga olimpionica dei 100 e due volte iridata dei 50 di cui detiene il record mondiale in 29″40) che ai Mondiali di Gwangju l’aveva preceduta in 29″84 contro 30 netto. La tarantina al Sette Colli post lockdown, il 12 agosto scorso, aveva già migliorato il proprio record dei 50 rana in vasca lunga col tempo di 29”85.  Mai un’italiana aveva nuotato la rana in vasca corta sotto l’1’04 e i 30 secondi. (federnuoto.it)

(foto@deepbluemedia)