Seguici su

Cerca nel sito

Roma, prima notte di coprifuoco tra piazze e vie del centro deserte

Roma, allo scoccare della mezzanotte, si ritrova deserta: la grande bellezza rimane vuota e silenziosa, come a marzo

Roma – Nessuno si aspettava che le nostre città potessero tornare deserte a causa del Covid-19. Ma l’impennata di contagi (leggi qui) ha spinto le Istituzioni a nuove drastiche misure, come il coprifuoco (leggi qui). E anche la Capitale, allo scoccare della mezzanotte, si ritrova deserta, come testimoniano le immagini registrate dalle livecam di Skyline posizionate in diversi punti della città.

La grande bellezza rimane vuota e silenziosa, come a marzo. I rintocchi delle campane della mezzanotte e lo scrosciare dell’acqua nelle fontane sono gli unici suoni. Sui sampietrini non sembrano nemmeno far rumore le auto delle forze dell’ordine che, con un movimento lentissimo, pattugliano le piazze. Da San Giovanni in Laterano al Pantheon, passando per piazza di Spagna, la Capitale si addormenta prima del solito. Anche Campo de Fiori, fulcro della movida, è insolita stasera: le serrande dei locali sono abbassate, non c’è un’anima: anche Giordano Bruno rimane da solo. (foto fermo immagine live webcam Skyline ore 00:34 di sabato 24 ottobre 2020)

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Roma Città Metropolitana
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram sulle notizie dall’Italia e dal mondo