Seguici su

Cerca nel sito

Sport equestri, Arianna Schivo campionessa italiana nella Fei Nations Cup

Ultima tappa vincente del circuito per l’azzurra dei Carabinieri. L’Italia chiude leader indiscussa nell’individuale

Una grande Italia ha vinto sabato 24 ottobre, al Centro Equestre Militare di Montelibretti l’ultima tappa del circuito di FEI Nations Cup di Completo 2020.

Il Team Italia guidato dal capo equipe Giacomo Della Chiesa (Team manager Katherine Ferguson Lucheschi) e composto dal Carabiniere Arianna Schivo su Quefora de L’Ormeau (41,00), Juan Carlors Garcia su Ugo De Perron (46,40), Pietro Majolino su Vita Louise Dh Z (51,20) e dall’assistente delle Fiamme Oro Marco Cappai su Santal Du Halage (55,20) ha concluso sul gradino più alto del podio con un totale di 138,60.

Gli azzurri hanno battuto un’agguerrita squadra austriaca che ha concluso con un punteggio negativo complessivo di 176,00 al secondo posto e una delle dirette avversarie del circuito, la Polonia, che con 192,30 ha chiuso al terzo posto della classifica finale della tappa. In quarta posizione la Svizzera (209,80).

È felice del risultato ottenuto Arianna Schivo, migliore in campo degli azzurri e per la seconda volta in carriera con il titolo di campionessa italiana assoluta della disciplina in tasca. “Sono davvero contenta – ha detto l’atleta del Centro Sportivo dei Carabinieriperché vincere una Coppa delle Nazioni è sempre un’emozione particolare. Mi sono concentrata moltissimo, come faccio sempre, soprattutto sul lavoro in piano, (dressage test ndr), dove ho qualche difficoltà in più con Quefira de L’Ormeau. Il resto è stato facile, perché Quefira è una grande saltatrice, quindi per lei le ultime due prove della gara non sono un problema, anzi sono ordinaria routine”. E’ stato il presidente della Federazione Italiana Sport Equestri, Marco Di Paola a consegnare le coppe e congratularsi con le squadre sul podio.

Con il risultato di ieri (Montelibretti era l’ultima tappa del circuito) l’Italia chiude al secondo posto la FEI Nations Cup di Completo edizione 2020. Un circuito condizionato quest’anno dall’emergenza Covid, che ha costretto molti comitati organizzatori ad annullare diverse tappe e consentito l’organizzazione in agosto di Le Pin au Haras (Francia) e Strzegom (Polonia) e in ottobre dell’appuntamento di Montelibretti. Secondo il regolamento, anch’esso modificato dalla FEI a causa dell’emergenza, vengono tenuti in considerazione i migliori due risultati. Così l’Olanda chiude al primo posto, davanti all’Italia, seconda, e alla Polonia, invece terza.

Gli azzurri sono leader indiscussi della classifica individuale del CCIO4* con Arianna Schivo e Quefira de L’Ormeau al primo posto (41,00), l’assistente delle Fiamme Azzurre Evelina Bertoli in sella a Seashore Spring, ad un soffio (41,10) al secondo e l’appuntato Susanna Bordone su Imperial vd Holtakkers al terzo (45,30). Non sfugge agli occhi degli appassionati il quarto posto (46,40) ottenuto da Juan Carlos Garcia su Ugo de Perron. L’azzurro da sempre impegnato nella disciplina del salto ostacoli ha sempre nutrito una grande passione per la disciplina del concorso completo. Passione che lo portò a vincere nell’ormai lontano 2009, con i colori azzurri, due storiche e prestigiose  medaglie d’argento a squadre: quella conquistata ai Campionati d’Europa di salto ostacoli a Windsor e, nella stessa stagione, anche nel Campionato Continentale di Completo di Fontainebleau. (fise.it)