Seguici su

Cerca nel sito

Martina Carraro vince a Budapest nella Swimming League. Rizzo è secondo al Gran Premio di Bergamo

Brillano i campioni della Polizia Penitenziaria nei tornei del fine settimana. Achenza è primo nel triathlon paralimpico

Fiamme Azzurre di gloria. Nello scorso fine settimana gli atleti della Polizia Penitenziaria hanno brillato nelle rispettive competizioni a cui hanno partecipato. Mentre in Italia la crisi sanitaria ferma una parte dello sport nazionale, gli azzurri e accrescono il prestigio dell’Italia.

Martina Carraro ha vinto i 50 rana all’International Swimming League di Budapest e ha registrato un tempo di 29”66 in piastra. Stesso gradino del podio è stato conquistato da Ilaria Bianchi che ha conquistato i 50 farfalla con 27”47 e si è poi ripetuta nei 100 con il crono di 1’00”62. Due campionesse di nuoto che proseguono a mietere successi.

Nel pattinaggio di figura, all’interno delle competizioni invernali di questi  giorni, a prendersi le maggiori soddisfazioni sono stati Charlene Guignard e Marco Fabbri in coppia, che si sono piazzati primi alla prima gara nazionale di danza sul ghiaccio a Mentana. Charlene Guignard, giovane fenomeno della disciplina è secondo al Gran Premio di Bergamo.

Altri risultati importanti arrivano dai Campionati Italiani Assoluti di triathlon olimpico e paralimpico. Delian Stateff si è laureato campione italiano nel triathlon olimpico, mentre Giovanni Achenza è primo nella Ptwc, insieme ad Anna Barbaro e Charlotte Bonin (sua guida) che hanno ottenuto l’oro nella Ptvi.

(foto@deepbluemedia)