Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Latina, associazione a delinquere per la truffa: fissato l’interrogatorio in carcere

I sei indagati ristretti nella casa circondariale di Frosinone verranno sentiti per rogatoria

Il giudice per le indagini preliminari di Frosinone, Fiammetta Palmieri ha fissato per domani pomeriggio alle 15 e 30 l’interrogatorio di garanzia “per rogatoria” – in quanto la competenza spetterebbe al tribunale di Latina – nei confronti dei sei arrestati, attualmente rinchiusi nel carcere di Frosinone raggiunti ieri da ordinanza di custodia cautelare in carcere nell’ambito dell’operazione “Sarabeo”.

Si tratta di un provvedimento a firma del Gip di Latina, Giuseppe Cario, diretto nei confronti di 13 persone residenti tra Latina, Formia, Fondi, Frosinone e Nettuno; 6 in carcere, 7 ai domiciliari per associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata, falsità materiale commessa da pubblico ufficiale, falsa attestazione della presenza in servizio del pubblico impiegato, contraffazione di pubblici sigilli, sostituzione di persone, esercizio abusivo dell’attività finanziaria, rivelazione e utilizzazione di segreti di ufficio, abuso di ufficio, favoreggiamento e corruzione per l’esercizio della funzione.

Il magistrato di Frosinone ha disposto che i sei indagati vengano sentiti in collegamento audiovisivo dal carcere, mentre l’udienza di svolgerà nel Tribunale della città.

Il collegio difensivo composto dagli avvocati Gaetano Marino, Gianfranco Testa, Leone Zeppieri, Italo Montini, Roberto Filardi sceglierà se vorrà essere presente in aula, nella casa circondariale di Frosinone affianco ai loro assistiti oppure in collegamento da remoto.

Bisognerà vedere ora se i sei arrestati sceglieranno di avvalersi o meno della facoltà di non rispondere.

(Il Faro online)