Seguici su

Cerca nel sito

Dpcm, palestre in rivolta a Fiumicino. Sannino: “Aree comunali da destinare all’attività fisica”

"E' nostra intenzione cercare soluzioni che permettano alle palestre e alle società sportive di continuare, sebbene con delle limitazioni, le loro attività"

Fiumicino – “Questa mattina, insieme al consigliere Cutolo, ho incontrato le rappresentanze di alcune palestre costrette alla chiusura dall’ultimo Dpcm che si erano radunate sotto il Comune per protestare”. Lo dichiara Ciro Sannino, presidente della Commissione Sport.

“Una protesta pacifica che da uomo di sport comprendo – prosegue Sannino -. E da amministratore comprendo anche le ragioni del Dpcm, data la situazione preoccupante della pandemia”.

“Il decreto, però, non vieta in assoluto le attività sportive – aggiunge il presidente -. Per questo mi sono impegnato a trovare degli spazi all’aperto, di competenza comunale, da potere momentaneamente destinare allo sport. Su questo mi confronterò con il sindaco e con l’assessore allo Sport”.

“L’attività fisica, all’aperto e con regole molto precise e stringenti – conclude Sannino – è consentita e possibile. E’ nostra intenzione cercare soluzioni che permettano alle palestre e alle società sportive di continuare, sebbene con delle limitazioni, le loro attività”.