Seguici su

Cerca nel sito

Ladispoli, anche il sindaco scende in piazza al fianco dei commercianti contro il Dpcm

Grando: "L'iniziativa dei commercianti ha il pieno sostegno dell'amministrazione comunale di Ladispoli"

Ladispoli – “Stasera sarò in piazza insieme ai commercianti di Ladispoli per manifestare tutto il disagio che i recenti decreti governativi stanno creando settore della ristorazione, al mondo dello sport, della cultura e a tutte le altre attività già fortemente penalizzate dal lockdown primaverile”.

A parlare è il sindaco Alessandro Grando che, in rappresentanza dell’amministrazione comunale, parteciperà alla manifestazione indetta dalle ore 22:00 dagli operatori economici della città, che lanceranno un grido di aiuto alle istituzioni per evitare la chiusura di molte attività.

“L’iniziativa dei commercianti ha il pieno sostegno dell’amministrazione comunale di Ladispoli. Invito i cittadini a scendere pacificamente in piazza – prosegue Grando – nel rispetto delle regole, del distanziamento sociale ed indossando la mascherina.

Dovrà essere una manifestazione di civile e pacifica protesta, per ricordare al Governo che la categoria dei commercianti sta soffrendo una crisi mai vista e che non deve essere costretta a chiudere i battenti per scelte spesso incomprensibili.

Per evitare la chiusura definitiva di migliaia di attività servono aiuti concreti e immediati. Non è accettabile che numerosi commercianti non abbiano ricevuto nessun aiuto dallo Stato e che tanti lavoratori siano ancora in attesa della cassa integrazione di marzo. Questa sera – conclude Grando – non lasceremo soli i commercianti della nostra città”.

L’ira del Pd

“Ladispoli ha purtroppo un alto numero di positivi e di sintomatici al Covid: il più alto del comprensorio in percentuale al numero degli abitanti. Non è ancora possibile stabilirne i motivi, ma l’autorità sanitaria locale dovrebbe in questi casi invitare alla massima prudenza nei comportamenti quotidiani”, commentano in una nota gli esponenti del Partito Democratico di Ladispoli.

“Accade invece che il sindaco Grando inviti ‘tutti i cittadini’ a partecipare alla manifestazione di stasera “in solidarietà per i commercianti”; manifestazione tra l’altro indetta in maniera anonima e con un manifesto non firmato. Ci sono state manifestazioni di alcune categorie in Italia con la partecipazione di Amministratori, ma tutte in numero limitato con un rigoroso distanziamento.

Fermo restando dunque il diritto a manifestare in maniera pacifica di categorie in difficoltà, invitare “tutti i cittadini” significa invece promuovere assembramenti che diventano poi incontrollabili dal punto di vista del rispetto delle normative anti Covid. E i Sindaci, soprattutto in una situazione come quella di Ladispoli, hanno il dovere di evitare gli assembramenti, non di promuoverli”, concludono i dem.