Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Federica Pellegrini è tornata. La Divina all’International Swimming League

Già a Budapest la campionessa olimpica. Condizione fisica non eccellente ma farà del suo meglio

Budapest – E’ scesa in vasca Federica, con tanta voglia di riassaporare la gara e le bolle sulla pelle. Finalmente sembra essere ormai alle spalle la brutta esperienza delle scorse settimane. Era risultata positiva al tampone anti Covid il 15 ottobre. Febbre, mal di testa e dolori muscolari. Lo aveva testimoniato la Pellegrini all’interno di un diario quotidiano su Instagram e poi, con estrema gioia aveva confermato di essere tornata in salute. Gli esami medici post malattia avevano dato esito positivo. Una positività benigna questa volta e la Divina ha preso borsa, sogni che ha ritrovato ed è volata a Budapest.

Si sta allenando in queste ore e parteciperà alla Champions League del nuoto mondiale. Con il team degli Aqua Centurion, squadra di cui è capitana, Federica cercherà di fare del suo meglio, nonostante la condizione fisica sia stata condizionata dal coronavirus. Non si è allenata per lunghi giorni e sta cercando la migliore forma. Ma può una campionessa olimpica che si batte sul petto prima di scendere in gara, mollare? Ovviamente no. E tutto il mondo del nuoto conosce la forza e la rabbia agonistica della plurimedagliata mondiale.

Gli azzurri impegnati in competizione scenderanno in gara il 9 novembre. Nell’International Swimming League la Divina si prenderà la sua rivincita personale. Una piacevole vendetta sportiva, dopo tanti giorni di attesa e di febbre.

Ha vinto il Covid e dona un messaggio di speranza a chi sta lottando. Si può guarire e Federica punterà dritta alla vittoria nel campionato di nuoto a squadre professionistiche. Prima di tornare in gara sarà sottoposta a un altro tampone e resterà in isolamento fino al risultato. Un’altra estenuante attesa, prima di riassaporare l’adrenalina e quel brivido sulla pelle che dona lo sport. Rigenerante. “Speriamo possa aiutarci nelle gare di lunedì e martedì”. Ha dichiarato Matteo Giunta a SkySport.

Tra i migliori nuotatori al mondo, eccola la Divina. Con le staffette in acqua darà del suo meglio, la perfezione, ma combatterà per dare il suo fenomenale contributo anche nelle gare individuali: “Cosa mi aspetto dalle sue gare? prosegue GiuntaIntanto sono contento di rivederla in acqua. Non mi aspetto grandi performance, è stata in quarantena senza allenarsi, deciderò se schierarla in gare impegnative o nelle staffette o se non è in condizione di gareggiare“.

(Il Faro online)(foto@deepbluemedia)