Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Filippo Magnini da l’annuncio al mondo: “Torno a nuotare, è ufficiale!”

Re Magno, vincitore di due titoli mondiali nei 100 metri stile, ha deciso di tornare alle gare. Su Instagram il suggestivo messaggio

Più informazioni su

Milano - Icaro arriva il sole e brucia le sue ali. E’ arrivato in cima, fino al cielo. Ma poi è ricaduto a terra, con i suoi sogni distrutti. Il campione di nuoto scende in acqua, nuota e poi le difficoltà che incontra lo spingono verso il fondo. Sono queste le metafore con cui Filippo Magnini da il grande annuncio.

Lo fa attraverso un suggestivo video pubblicato sulla sua pagina ufficiale Instagram. Quasi tre minuti di parole e di emozioni che ripercorrono la sua carriera. Lunga, lunghissima. 18 anni di nuoto, di ricordi. Di record e di successi. Due titoli mondiali vinti nei 100 stile libero in vasca lunga. E poi il raddoppio anche in vasca corta. Il migliore nel globo sui 25 metri. E poi 17 ori europei messi al collo. Re Magno il capitano della Nazionale. Bello, forte e imbattibile.

Una carriera allora numerosi allori. Un bronzo olimpico alle Olimpiadi di Atene nella staffetta 4x200 metri. 112 medaglie conservate in bacheca, numerosi primati ottenuti e titoli in tutto il mondo. Capitano della Nazionale di nuoto e poi i problemi di un doping tentato. Lo scorso mese di febbraio è arrivata l’assoluzione del Tribunale Arbitrale dello Sport di Losanna. La squalifica proposta di 4 anni per l’ex campione azzurro è stata annullata (leggi qui) ed è tornato il sole nella sua vita, senza bruciare le  sue ali. E lì Filippo ha potuto riprendersi la sua rivincita come persona. Sempre convinto della propria innocenza, sempre concentrato verso il traguardo dell’ultima piastra in gara. Nel nuoto, come nella vita. L’incontro con Giorgia Palmas, l’amore della sua vita, ha cambiato  la sua vita e la nascita di Mia la sua primogenita (la gioia più grande) ha sancito una rinascita completa. E’ rinato Magnini e dopo aver lasciato il nuoto praticato ha deciso. Gli mancava quel pezzo di puzzle che va a completare il quadro. Gli mancava quella parola fondamentale, per terminare il discorso più importante. Gli mancava l’habitat più naturale possibile per un nuotatore.

La vasca, il cloro e l’adrenalina da gara. Una somiglianza di esperienze con tanti praticanti che oggi, nel novembre del 2020, hanno dovuto rinunciare alla piscina, a causa delle restrizioni governative anti Covid-19. Un campione parla con se stesso e capisce. Sente i sogni ancora vivere, anche se quasi 40enne. Lo aveva dichiarato nel dicembre del 2017. Ai Campionati Assoluti di nuoto a Riccione, il bicampione mondiale dei 100 metri stile ibero aveva annunciato a sorpresa il  suo addio alla carriera. Tre anni difficili evidentemente. Ma tre anni anche di rinascita vissuta, fino all’annuncio del 9 novembre 2020.

Tornerà a gareggiare. Per lui, per la sua famiglia. Per sua figlia appena nata. Lo scrive su Instagram. Per ciò che ha costruito fino a questo punto della sua vita e perché ha già vinto tanto. E lì sta il campione. Non ha nulla da dimostra ora. Ora vuole riprendere la sua strada e tornare in corsia a nuotare: “Non è stata una scelta facile ma ho deciso di tornare – ha scritto Magnini - sono passato attraverso il buio, ho quasi toccato il fondo ma tutto questo al posto di buttarmi giù mi ha dato la giusta motivazione per lottare, per vincere, per tornare a gareggiare dimostrando quello che è sempre stato il mio valore sportivo”.

 “Oggi il mio sport sta soffrendo e non posso rimanere a guardare – prosegue Filippo - Io torno in acqua, per me, per la mia famiglia per il mio paese. È ufficiale...ci vediamo ai blocchi di partenza. #ReMagnoIsBack”.

Probabilmente lo slittamento delle Olimpiadi al 2021, ha aperto un orizzonte più ampio e lo ha fatto riflettere. E’ accaduto a molti campioni dello sport che sono tornati ad allenarsi in questi mesi del 2020, per realizzare il sogno più grande. Sarebbe la sua quinta Olimpiade a Tokyo. Intanto Re Magno da un appuntamento che stuzzica il palato degli appassionati di nuoto: “E’ ufficiale.. ci vediamo ai blocchi di partenza. Sono tornato”.

Di seguito le parole del messaggio del video diffuso sull'IGT di Instagram

Ci sono momenti nella vita in cui tutto sembra non avere più senso. Le certezze vengono spazzate via da qualcosa che è fuori controllo. Quello che hai costruito inizia a sgretolarsi. Ti senti lentamente sprofondare, centimetro dopo centimetro. Aspetti solo di toccare il fondo, accasciarti a terra, chiudere gli occhi e trattenere il respiro. Nella speranza che tutti passi nel più breve tempo possibile. In quei momenti capisci veramente chi sei. E hai solo due possibilità: lasciarti andare e accettare le cose come sono, oppure riprendere a lottare e dimostrare chi sei veramente. Un vincente. Che non si ferma davanti a niente e nessuno. Per te, per la tua famiglia, per i tuoi figli. Per poterti guardare allo specchio, senza aver paura di incrociare il tuo stesso sguardo.

 Nessuno avversario è troppo forte per essere sconfitto, nessun obiettivo è troppo grande per essere raggiunto. Non importa il tempo che impiegherai, non importa quanto ti costerà. La cosa essenziale è arrivare sempre fino in fondo. Nella mia carriera ho vinto tanto, ma lascia che ti dica una cosa: le  vittorie più grandi sono quelle senza podio. Senza medaglie. Quelle dove vincere significa arrivare al traguardo e non tagliarlo per primo. L’unico modo che hai per perdere è rifiutarti di combattere. Non permettere mai a nessuno di decidere il tuo destino. E anche quando ti danno per sconfitto, non mollare. Anche quando ti viene voglia di lasciare, ricorda che c’è sempre chi fa il tifo per te. Io ho scelto di ritornare in acqua da vincente. Perché dentro, ho già vinto tutto. Sì il padrone della tua vita, costruisci il tuo destino”.

(Il Faro online)(foto@deepbluemedia.it)

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Non è stata una scelta facile ma ho deciso di tornare. Sono passato attraverso il buio, ho quasi toccato il fondo ma tutto questo al posto di buttarmi giù mi ha dato la giusta motivazione per lottare, per vincere, per tornare a gareggiare dimostrando quello che è sempre stato il mio valore sportivo. Oggi il mio sport sta soffrendo e non posso rimanere a guardare. Io torno in acqua, per me, per la mia famiglia per il mio paese. È ufficiale...ci vediamo ai blocchi di partenza. #ReMagnoIsBack . . .🇬🇧 There are moments in life when nothing seems to make sense… All your certainties are suddenly swept away by something completely out of control. What you have built start to crumble… You feel slowly sinking, inch by inch. You just wait to hit rock bottom, lie down, close your eyes and hold the breathe, hoping that everything will be over soon… In those moments, you really understand who you are… and you only have two choices: letting yourself go and accept things as they really are… Or keep on fighting, and show who you really are… A winner who doesn’t stop in front of anything and anyone…for yourself, for your family, for your children… so you can look at yourself in the mirror without being afraid of crossing your own gaze… No opponent is too strong to be defeated… no goal is too big to be achieved. No matter how long it takes you, no matter how much it will cost you, the only thing that matters will be getting always all the way through. In my career I've won so much, but let me tell you something… The greatest victories are those without a podium, without medals, those in which winning meant getting to the finish line and not being the first one to cut it. The only way you have to lose is to refuse to fight. Never let anyone decide your fate. And even when they count you as defeat… don't give up! Even when you feel like letting go, remember there is always someone who supports you. I decided to get back in the water as a winner, because inside I've already won it all. Be master of your life, build your destiny! . . @icarusbyd @marco_achille_gv @pagliaifilmgroup @y40_thedeepjoy @aldocarpanzano @alberto.grimaudo

Un post condiviso da Filippo Magnini (@filomagno82) in data:

 

 

Più informazioni su