Seguici su

Cerca nel sito

Fiumicino, ecco il piano sicurezza del Comune per evitare assembramenti nel weekend

Implementati i controlli nei parchi, in centro e su spiagge e lungomare. Montino: "Ho chiesto di fare anche un lavoro di sensibilizzazione sui ristoratori, i negozianti e i gestori di locali"

Fiumicino – Si è tenuta questa mattina una riunione del Coc convocata dal sindaco Montino per fare il punto sull’emergenza coronavirus. Erano presenti la Polizia Locale, la Protezione civile, la Polizia di Stato, l’Esercito, la Guardia Costiera, la Guardia di Finanza, il delegato alla Sicurezza e i dirigenti di tutte le aree del Comune.

“La situazione a Fiumicino è omogenea in tutte le località del Comune – ha spiegato il sindaco -, non ci sono aree più colpite di altre in termini percentuali né, tanto meno, zone franche. Dobbiamo rilevare che non c’è un’emergenza legata alla scuola: i casi che riguardano minorenni sono circa l’8% del totale, infatti“.

“La quota maggiore di positivi si concentra nella fascia dai 30 ai 65 anni: circa il 70% – ha proseguito Montino -. Quello che registriamo è che i problemi maggiori si riscontrano in giorni e luoghi precisi. Sto parlando del fine settimana nei parchi, su via di Torre Clementina e sui lungomare. È una situazione che riguarda tutto il litorale e che, in queste ore, sarà valutata anche dal Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza”.

“Con le altre autorità abbiamo concordato di intensificare il più possibile i controlli in queste aree soprattutto il sabato e la domenica – ha sottolineato – sia di pattuglie sia di volontari. È un lavoro impopolare, sicuramente, ma è necessario farlo richiamando tutte e tutti al rispetto delle regole specialmente sull’uso corretto della mascherina e sul distanziamento e, se necessario, multando chi le trasgredisce“.

“Inoltre ho chiesto di fare un lavoro di sensibilizzazione sui ristoratori, i negozianti e i gestori di locali perché collaborino con le forze dell’ordine per limitare gli assembramenti che si creano fuori da ristoranti, bar, pasticcerie e negozi – ha concluso -. Cerchiamo di evitare di prendere misure più restrittive di quelle già adottate perché capiamo che le persone sono stanche e hanno bisogno di quel minimo di socialità possibile in questa fase. Per questo serve, però, la collaborazione di tutte e tutti: dell’amministrazione, delle forze dell’ordine, dei commercianti, ma anche delle cittadine e dei cittadini. La settimana prossima tireremo le somme del week end e valuteremo la situazione”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fiumicino
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Fiumicino