Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

La stazione di Lido Nord si tinge di… street art: al via i lavori del murales che “racconta” Ostia foto

L'opera fa parte del progetto "Ne-Os - Storia di un futuro" e sarà realizzata dal Collettivo Subword a titolo gratuito. Sarà pronta a dicembre

Ostia – E’ stato presentato oggi, 13 novembre, il murales che coprirà la facciata della stazione di Lido Nord che dà su via Ostiense. L’opera fa parte del progetto “Ne-Os – Storia di un futuro”, sostenuto dalla Direzione Infrastrutture e Mobilità della Regione Lazio, e sarà realizzata dal Collettivo Subword a titolo gratuito.

presentazione murales lido nord ostia

“I lavori inizieranno fra domani e il 17 novembre e si concluderanno i primi di dicembre”, ha spiegato l’assessora alla Cultura del X Municipio Silvana Denicolò ai microfoni de ilfaroonline.it. “Questo murales – continua – è un dono che gli artisti del Collettivo Subword fanno alla comunità: perciò, il Municipio si è limitato a pagare i materiali e il ripristino delle piastrelle mancanti sulla facciata che ospiterà l’opera, per un totale di circa 5700 euro”.

“Sarà possibile seguire tutte le fasi di realizzazione del murales – prosegue l’assessora Denicolò -, perché l’area non sarà recintata. L’obiettivo del progetto è, oltre a raccontare la storia del nostro territorio, proteggere un muro da sempre in balìa di vandali e degrado. Ci auguriamo che questo splendido murales dissuaderà i deturpatori”.

Di Giovanni (M5S): “Un’opera apolitica, che ricorda il nostro mare”

“Si tratta un’opera che, finalmente, riqualificherà quel muro, da sempre vandalizzato”, commenta Antonio Di Giovanni, capogruppo del Movimento 5 Stelle in X Municipio. “Ma – sottolinea – non ha niente di politico: il murales ricorderà il nostro mare e racconterà la storia di Ostia”.

Picca (Lega): “All’opposizione non è stata data voce in capitolo”

“Come al solito, l’opposizione non ha avuto voce in capitolo sull’approvazione e sulla realizzazione di questo progetto“, spiega a ilfaroonline.it la capogruppo della Lega in X Municipio, Monica Picca.

“Accade spesso, infatti, che la Lega venga a conoscenza di queste iniziative tramite social. Faremo tutto ciò che è in nostro potere – annuncia -per chiarire l’iter burocratico per l’approvazione del murales, ribadendo che in questo Municipio mancano condivisione e trasparenza”.

Malara (FdI): “Come mai è stato scelto proprio quel collettivo?”

E’ dello stesso avviso Pietro Malara, capogruppo di Fratelli d’Italia: “Come mai è stato scelto proprio quel collettivo? E’ stato fatto un bando, oppure il progetto è stato assegnato d’ufficio? Presenteremo un’interrogazione, e se necessario richiederemo l’intervento della Commissione Controlli e Garanzia”.

“Ancora una volta – prosegue Malara – le opposizioni non vengono interpellate, esattamente come fu per il primo murales. La storia si ripete, ma noi vogliamo vederci chiaro”.

Bozzi (“Ora” e “Sogno comune”): “Un progetto che rivendica l’identità della nostra storia”

Per Andrea Bozzi, capogruppo delle liste civiche “Ora” e “Sogno comune”, si tratta di “una bella opera, che sana le polemiche dell’altro murales“.

“Non posso che essere d’accordo – spiega Bozzi a ilfaroonline.it – con la realizzazione di opere belle, con un’identità per il territorio. Rivendicare l’identità della nostra storia è fondamentale, e un murales è sicuramente meglio di scritte illegali o politiche“.

Marsella (CasaPound): “Le priorità del X Municipio dovrebbero essere altre”

“In questo momento di crisi, le priorità dell’ente pubblico più prossimo ai cittadini dovrebbero essere altre”. A parlare è Luca Marsella, capogruppo di CasaPound in X Municipio. “Parliamo di 5700 euro che, vista la pandemia in atto, potevano essere risparmiati o investiti in altro modo”.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Ostia X Municipio
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Ostia X Municipio