Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Emergenza Covid-19, il centro e il litorale di Roma blindati per evitare assembramenti

Macchine e motociclette della Polizia con altoparlanti: "Si prega di mantenere il distanziamento di sicurezza, di evitare assembramenti, e di usare la mascherina di protezione"

Roma – Questa mattina sono iniziati i servizi disposti con apposita ordinanza dal Questore di Roma, dedicata al rispetto del distanziamento sociale ed all’uso dei dispositivi di protezione individuale, così come previsto nell’ultimo Dpcm e concordato in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

controlli polizia di stato coronavirus

Particolare attenzione è stata posta nella zona del centro storico, cosiddetto tridente e nell’area compresa tra via Cola di Rienzo, Viale Giulio Cesare e Piazza Risorgimento, tutti luoghi maggiormente soggetti, nel fine settimana, allo shopping ed al turismo.

Il personale della Polizia di Stato, composto da numerosi equipaggi, sia appiedati che auto e moto montati, è stato affiancato dalla Polizia Roma Capitale, dalla Guardia di Finanza, dai Carabinieri e dalla Protezione Civile.

Le pattuglie impegnante, nelle situazioni di maggior rischio, hanno utilizzato dei messaggi pre-registrati da diffondere attraverso i sistemi acustici delle autovetture di servizio.

Onde evitare che, in alcune vie o piazze, si potessero creare assembramenti a causa di un numero di persone eccessivo, l’accesso alle stesse è stato filtrato o interdetto a cura delle Forze di Polizia, anche attraverso l’uso di transenne dedicate. Nel pomeriggio sono state necessarie delle brevi chiusure all’altezza di largo Goldoni, largo dei Pontefici e piazza del Parlamento così da far defluire le persone che transitavano su via del Corso.

Gli stessi controlli sono stati estesi alle aree verdi e lungo il litorale romano; in questo caso il pattugliamento ha visto coinvolte anche pattuglie ippomontate e bikers.