Seguici su

Cerca nel sito

Ardea esclusa dai fondi di Città Metropolitana: botta e risposta tra Sindaco e Neocliti

Savarese: "Abbiamo intrapreso un percorso per istituire una scuola superiore, un percorso che se Neocliti e colleghi avessero iniziato quando erano loro a governare oggi sarebbe concluso"

Ardea – “Sono totalmente fuori luogo le affermazioni del consigliere Neocliti in merito ai mancati finanziamenti di Città Metropolitana di Roma in favore del nostro comune”. Con queste parole a ilfaroonline.it il Sindaco di Ardea Mario Savarese replica alle recenti dichiarazioni del consigliere comunale di FdI Raffaella Neocliti, in cui chiedeva al primo cittadino “un’ammissione di colpa” (leggi qui) per l’esclusione del Comune dai finanziamenti di Città Metropolitana per le opere pubbliche.

Ardea non ha mai avuto finanziamenti degni di nota nemmeno nei decenni di governo di centrodestra – continua il Sindaco – in cui in questo paese si sono perpetrati scempi edilizi in totale assenza di pianificazione urbanistica.

Qualche anno fa, prima ancora che quest’amministrazione finalmente sbaragliasse il malgoverno cristallizzato del suo partito, si fece credere alla cittadinanza che Città Metropolitana aveva reso disponibili ben cinque milioni di Euro per la realizzazione del primo istituto superiore ad Ardea: era una colossale bugia; nessun finanziamento ma solo un atto d’indirizzo del consiglio provinciale mai trasformato in una reale pianificazione.

Tant’è che dell’opera decantata non c’è traccia nei piani triennali della provincia – prosegue Savarese -. Ed era giusto così perché era totalmente sbagliato il metodo con cui era stato approcciato il problema: Città Metropolitana non può pianificare la costruzione di un istituto se non è stata la Regione Lazio a evidenziarne l’esigenza a seguito delle segnalazioni del ministero dell’istruzione pubblica.

È esattamente questo, invece, il percorso intrapreso da quest’amministrazione; abbiamo ottenuto una prima richiesta di aule per il biennio di un istituto turistico (leggi qui) e le abbiamo messe subito a disposizione nella certezza che questo sia finalmente il giusto percorso da compiere per arrivare all’obiettivo.

È un percorso lungo – aggiunge il Sindaco -, che se l’ex vicesindaco Neocliti e colleghi avessero iniziato quando erano loro a governare (e di tempo ne hanno avuto) oggi sarebbe probabilmente concluso. Se Ardea è immobile da tre anni ne ha passati 47 a ‘fare ammuina’.

Le uniche opere provinciali, gran parte delle quali risalgono addirittura a quando questo territorio era comune di Pomezia, sono costituite esclusivamente da due brevi tratti di strade, la SP95b e un brevissimo tratto della SP109b e inoltre mezza carreggiata della SP93b condivisa con il comune confinante. Veramente un ottimo risultato in quasi cinquant’anni, non c’è che dire!

A proposito di strade, è atteso a breve l’apertura del cantiere metropolitano per il rifacimento di tre chilometri di manto stradale sulla Via Laurentina.

Ridicolo poi il confronto che maldestramente adduce Neocliti con le città di Anzio e Nettuno: si tratta di ristrutturazioni su istituti scolastici di competenza provinciale che Città Metropolitana può e deve fare perché di propria competenza. Cosa avrebbe dovuto destinare ad Ardea se di scuole non ce ne sono?”, conclude il primo cittadino.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Ardea
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Ardea