Seguici su

Cerca nel sito

Fare Verde Fondi annuncia la candidatura nell’elenco degli Alberi monumentali d’Italia

Il commissario del gruppo locale dell'associazione ha presentato ufficialmente l'iniziativa

Fondi – “C’è un albero nella nostra città che, secondo noi, ha le caratteristiche per rientrare nel prestigioso elenco degli ‘Alberi Monumentali d’Italia’, e abbiamo deciso di essere promotori di questa candidatura presso il ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali ed il Comune di Fondi”.

Fare Verde Fondi comunica in una nota stampa la sua partecipazione all’iniziativa del Ministero finalizzata alla tutela e alla valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici attraverso l’istituzione dell’elenco degli alberi monumentali.

“Stamattina – scrive ancora l’associazione di Fondi nella sua nota – con una diretta sui social, Andrea Patriarca, Commissario del gruppo locale Fare Verde Fondi, ha presentato ufficialmente la nostra iniziativa ed ha consegnato nelle mani di Francesco Ciccone, consigliere comunale già presidente della nostra associazione ambientalista, la scheda di segnalazione del Quercus Suber situato in via della Tortora”.

L’evento, in occasione della “Giornata Nazionale degli Alberi”, ha aperto il calendario di iniziative di “Fare Verde” per la “Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti”.

“Il numero complessivo di alberi o sistemi omogenei di alberi iscritti in elenco – fa sapere Fare Verde Fondi -, integrato dalle nuove iscrizioni e dedotte le variazioni rilevate connesse alla perdita, di esemplari per morte naturale o abbattimento o perdita dei requisiti a causa dell’elevato deperimento strutturale e fisiologico ammonta a 3.561. Di questo ben 150 sono nel Lazio (dato aggiornato al 24 luglio scorso).

In Provincia di Latina ce ne sono 62, di cui 2 nella vicina Monte San Biagio ed 1 a Campodimele, tutti gli altri a Priverno.

Il censimento degli alberi monumentali è realizzato dai Comuni, sotto il coordinamento delle Regioni, sia mediante ricognizione territoriale con rilevazione diretta e schedatura del patrimonio vegetale sia a seguito di recepimento, verifica specialistica e conseguente schedatura delle segnalazioni provenienti da cittadini, associazioni, Istituti scolastici, Enti territoriali, ecc.

Le Regioni, sulla base delle proposte provenienti dai Comuni, provvedono a redigere gli elenchi regionali, previa verifica del rispetto dei criteri per l’attribuzione del carattere di monumentalità degli esemplari censiti. Tali elenchi, una volta approvati con Delibera Regionale, vengono inviati dalla singola Regione al Mipaaf, e per la precisione alla Direzione Generale delle foreste, che provvede alla redazione ed alla gestione dell’Elenco degli alberi monumentali d’Italia”.

l Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fondi
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Fondi