Seguici su

Cerca nel sito

Forni crematori e interventi di ampliamento dei cimiteri di Terracina

Il vicesindaco Marcuzzi vuole dare risposte ai cittadini

Terracina – Si procede a ritmo serrato sul fronte della programmazione per la sistemazione dei cimiteri di Terracina.

Pochi giorni fa in Comune, alla presenza del vicesindaco Pierpaolo Marcuzzi, con delega ai servizi cimiteriali, dell’assessore ai Lavoro pubblici Danilo Zomparelli, del presidente della Commissione Lavori Pubblici Vincenzo Di Girolamo, del geometra Zaina e del Dirigente ingegnere Costantino, si è tenuta una riunione per fare il punto della situazione sui lavori in essere, sullo sviluppo dei servizi e sugli ampliamenti delle strutture cimiteriali.

Il primo punto della riunione ha riguardato la consegna delle cappelle gentilizie al cimitero di via Anxur. Nel corso dell’incontro è stato evidenziato: “Sono in corso le attività finalizzate a definire lo stato di consistenza derivante dalla risoluzione contrattuale con la ditta aggiudicataria a seguito dell’accertamento di inadempimenti contrattuali. Successivamente alla redazione dell’ultimo collaudo tecnico amministrativo, in corso di redazione, si provvederà ad avviare le procedure di consegna delle cappelle ai richiedenti, presumibilmente entro il 31 dicembre. Considerato che le strutture sono praticamente terminate, l’amministrazione proporrà ai concessionari di procedere alla presa in consegna delle cappelle per permettere agli stessi di effettuare le opere di finitura in attesa del completamento”.

Il vicesindaco ha chiesto: “Una relazione sui tempi e modi di chi si è prenotato e su chi ha regolarmente pagato la prima quota per poi procedere alla consegna.

Nel caso in cui da queste verifiche dovessero risultare eventuali incongruenze, le cappelle saranno assegnate a chi si trovava in graduatoria dopo i primi assegnatari”.

Nel secondo punto in discussione si è concordata: “La necessità di procedere quanto prima alle estumulazioni delle salme che sono nei loculi da ben oltre i 30 anni previsti, per poter rigenerare e rendere riutilizzabili i loculi stessi”.

Attualmente sono in corso le procedure per la realizzazione di 30 loculi cimiteriali, un’attività finalizzata ad avere alcuni mesi di autonomia per poter iniziare un nuovo modello di gestione.

La discussione si è poi concentrata sulla realizzazione di un forno crematorio, già previsto al cimitero di borgo Hermada, con la formula del Project Financing a cui viene abbinata la gestione di tutti i servizi cimiteriali di entrambe i cimiteri cittadini.

La gestione interna degli ultimi tempi – hanno evidenziato nel corso dell’incontro -, a causa della carenza di personale, ha oggettivamente causato dei disservizi. Non possiamo permettere che ciò si ripeta e quindi pensiamo sia giusto esternalizzare il tutto con un progetto serio e chiaro dove il comune deve controllare che tutto vada bene.

Sarà necessario fare due varianti urbanistiche per ampliare i cimiteri: per quello di via Anxur dovremo cambiare la destinazione d’uso dei terreni alla sinistra del cimitero per consentire la realizzazione di un parcheggio e avere la possibilità di allargare il cimitero stesso.

Stessa cosa a Borgo Hermada, dove vanno inglobati i terreni a fianco all’attuale perimetro del cimitero per aumentare i parcheggi, creare un collegamento ciclo pedonale con la pista ciclabile della pantani per evitare che pedoni e ciclisti percorrano la Circondariale, al momento non sicura perché stretta e molto trafficata.

Su di una porzione al lato destro dell’attuale cimitero, ci sarà la possibilità di ampliamento creando un settore per le sepolture di persone straniere o diverse dalla religione cattolica, mentre nella parte retrostante c’è la previsione di un cimitero per animali da compagnia con relativo forno crematorio”.

Il vicesindaco Marcuzzi ha voluto sottolineare che “il percorso che si sta intraprendendo mira ad una sistemazione complessiva dei cimiteri della nostra città, in risposta alle numerose istanze dei cittadini.

Si tratta di luoghi ai quali la comunità tiene in modo particolare, per questo oggi l’amministrazione Tintari ha come priorità quella di mettere in campo soluzioni efficaci e durature per il miglioramento del servizi cimiteriali sotto molteplici punti di vista.

Purtroppo le manie di giustizialismo di alcuni che hanno caratterizzato la gestione degli anni passati, ci hanno portato ad un peggioramento dei servizi. A questo vogliamo porre subito il giusto rimedio. L’attività amministrativa non si fa con esposti o ritorsioni senza poi avere le giuste soluzioni per gestire un qualsiasi voglia servizio”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Terracina
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Terracina