Seguici su

Cerca nel sito

Oro europeo a Praga, Odette Giuffrida: “Avevo immaginato tutto.. dedico al vittoria all’Italia”

Campionessa e patriottica l’atleta dell’Esercito. Dopo lo stop per Covid al Grand Slam si è presa la rivincita più bella

Praga – Ancora risuona dentro alla sua mente l’inno dell’Italia. La gioia più bella, nella finale della rivincita. Non solo per alcuni infortuni avuti, ma anche per il contagio da Covid, che l’aveva colpita alcune settimane fa. Ha vinto su tutti i fronti Odette Giuffrida.

Nella prima giornata degli Europei di judo, in svolgimento, che ieri  hanno visto il quinto posto di categoria per Fabio Basile e Alice Bellandi, l’atleta dell’Esercito felice felicissima ha avverato il sogno, mettendosi al collo la medaglia d’oro.

Solo 12 anni fa Ylenia Scapin alzava le braccia al cielo nella competizione continentale senior. E oggi è Ody a raccogliere l’eredità della campionessa olimpionica. Con l’argento di Rio 2016 la Giuffrida ha conquistato vette altissime nel mondo del judo. Giovedì pomeriggio si è confermata. Appena terminata la gara, ha chiesto ad ogni italiano di cantare con lei l’inno nazionale. Affacciati alla finestra, una intera nazione unita. Perché è per il suo Paese che Odette ha conquistato la sua medaglia d’oro. Una dedica speciale per la popolazione italiana alle prese con il periodo sanitario più complicato da affrontare. Lo sport è la metafora della vita. Il tatami può esserlo. Maestro di vita. Lo è stato evidentemente anche per Odette.

Pensa ai giorni degli allenamenti la vicecampionessa olimpica. Lo descrive sulla sua pagina ufficiale Facebook. Tutti chiusi nel “bunker” del Centro Olimpico della Fijlkam ad Ostia Lido, gli azzurri hanno atteso la partenza e quell’adrenalina da gara, che chiedeva con prepotenza di ritornare dopo la rinuncia all’ultimo Gran Slam a causa del coronavirus: “Ci sono tanti pensieri che mi passano per la testa..”. Lo ha scritto la Giuffrida sui social. Aveva immaginato il momento della finale e della vittoria.. una campionessa si trova a farlo, se lo sente dentro nelle vene un istinto naturale: “L’ho vissuto mille e mille volteha proseguito a raccontare Odetteho dato tutta me stessa”.

E’ arrivata alla fine la medaglia del titolo europeo. Si aggiunge questo alloro alle numerose medaglie da lei già conquistate in carriera. Felice, orgogliosa. Si è fatta forza con i suoi compagni di Nazionale, senza uscire e con un grande sentimento di resilienza. Era troppo forte il desiderio di tornare sul tappeto. Doveva arrivare quel momento tanto attesto, da centinaia di  giorni: “Sapevo già cosa sarebbe successo – ha sottolineato la Giuffrida ancora su Facebookmi merito questo e di più, con tutti i miei compagni”.

Ce l’ha fatta Odette e ha cantato l’inno dell’Italia, anche se bocca e parole erano nascoste dalla mascherina. Azzurra naturalmente. E quel colore ha detto tutto.

 

Guardo e riguardo queste foto. Quante cose ci sono dietro un singolo giorno, un singolo istante, un titolo come…

Pubblicato da Odette Giuffrida su Venerdì 20 novembre 2020

(Il Faro online)(foto@Fijlkam)