Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Ciro Russo: “Il mio viaggio per l’Airc: una causa a me cara. Donate fino al 25 novembre”

Pubblica un video su Facebook il campione delle Fiamme Oro. Un racconto del suo viaggio in bicicletta per la ricerca

Roma – “Voglio commemorare il mio viaggio fatto da Torino a Roma questa estate”. In questo modo Ciro Russo, campione della Nazionale di lotta olimpica e atleta delle Fiamme Oro, ha aperto uno speciale video diffuso sulla sua pagina personale Facebook. L’occasione è importante. Il 25 novembre si chiude il periodo della raccolta fondi lanciata dall’Airc, come ogni anno, per sostenere la ricerca e quindi anche la prevenzione contro il cancro.

E’ salito in sella Ciro, sotto il sole estivo del 2020 e ha terminato la sua avventura in Piazza San Pietro a Roma il 21 giugno. Lo ha raccontato a Il Faro online, lo scorso mese di agosto (leggi qui). Con grande emozione ha cominciato il suo viaggio di quasi 1000 chilometri, inserito nel video pubblicato sui social. Ha visto posti meravigliosi e ammirato panorami indimenticabili. Ma soprattutto ha potuto onorare la promessa fatta ai suoi nonni. Persi per questo terribile male. “Una causa a me cara”. Ha scritto Russo sul post pubblicato su Facebook. Ha contribuito ad incrementare quel bottino in denaro necessario per finanziare la ricerca e sconfiggere il cancro. Nel video pubblicato viene raccontata ogni tappa e ogni momento vissuti da Ciro. Mattine, pomeriggi, sere. Colazioni, ruote forate della sua bicicletta e pioggia. Non è mancato nulla all’azzurro della lotta olimpica, durante il suo viaggio. Ma poteva un campione farsi vincere dalle difficoltà e dalla fatica? Certo che no. E allora lui è andato avanti, addolcendo il viaggio con stupendi pendii, campi di fiori incontrati e sole che splendeva imponente nel cielo azzurro italiano.

Una missione per l’Associazione Italiana Ricerca sul Cancro. Sopportando la fatica, avendo nel cuore il suo unico obiettivo. Il più importante di tutti: far vincere la vita: Un’esperienza importante, per sempre resterà indelebile nel mio cuore”. Da grande campione che Ciro è.

Si potrà donare all’Airc fino al 25 novembre, accedendo alla pagina specifica di Rete del Dono (da cui il campione delle Fiamme Oro, al termine del suo viaggio, ha ricevuto un attestato). E Ciro ha messo cuore, pedalate e anima. Oggi ci sono un po’ di soldi in più a disposizione della ricerca. Nei laboratori, il cancro ha le ore contate. Perché chi dona e chi combatte diventa un campione. Che vince.

Una dedica speciale per i nonni e le persone che stanno lottando

Ci tenevo veramente tanto a dedicare questo viaggio a Ciro e Concetta, i miei nonni, che non ci sono più a causa del cancrolo dice Ciro in coda al video su Facebook e proseguea mio nonno Raffaele che è riuscito a vincere la sua lotta contro la malattia. A tutte le persone che combattono questo terribile male, è per voi questo viaggio”.

 

🚴‍♂️L’iniziativa sta per giungere al termine.

In occasione della fine della raccolta fondi, che si chiuderà mercoledì…

Pubblicato da Ciro Russo su Sabato 21 novembre 2020

(Il Faro online)