Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Civitavecchia, Tedesco alla Camera: “I Comuni protagonisti nella gestione del sistema Interporti”

"Ho chiesto di riconoscere la "centralità" dei Comuni coinvolgendoli in modo effettivo nella gestione del processo relativo all'interportualità".

Civitavecchia – Importante audizione alla Camera per Ernesto Tedesco. Il Sindaco di Civitavecchia, in qualità di neodelegato Anci alla Portualità, ha rappresentato l’Associazione in un’audizione davanti la commissione Trasporti di Montecitorio, nell’ambito della discussione di una proposta di legge che prevede una nuova disciplina quadro in materia di interporti.

Tedesco, dopo aver sottolineato “l’importanza di una proposta di legge che disciplina infrastrutture importanti per lo sviluppo territoriale“, ha segnalato la mancanza di chiarezza circa il ruolo effettivo giocato dai Comuni.

piega il sindaco: “Ho chiesto di riconoscere la “centralità” dei Comuni coinvolgendoli in modo effettivo nella gestione del processo relativo all’interportualità, che impatta sui territori sotto l’aspetto economico, sociale e ambientale, anche attraverso la pianificazione urbanistica. Ho inoltre paventato il rischio che si creino sovrapposizioni tra le competenze delle Autorità di sistema Portuale e i Comuni, con il risultato di generare un’emarginazione funzionale e operativa, anche dal punto di vista logistico e amministrativo, dei municipi, per questo ho sostenuto l’inserimento di una rappresentanza dell’Anci nel “Comitato Nazionale per l’Intermodalità e la logistica”.

Accanto a questo è necessario rafforzare il sistema di infrastrutture delle Città Portuali che hanno un ruolo chiave per lo sviluppo degli interporti. Il porto di Civitavecchia – ho ricordato ad esempio – pur essendo vicino all’interporto di Orte è privo di un collegamento stabile perché mancano paradossalmente 16 chilometri per completare una rete viaria stabile tra le due città.

Questo investimento non solo consentirebbe di collegare due realtà rilevanti per il sistema interportuale nazionale ma darebbe nuovo slancio sinergico alle rispettive economie territoriali”.

Le osservazioni sono state ben accolte dal primo firmatario della Proposta di Legge Mauro Rotelli (Fratelli d’Italia). “L’on. Rotelli, che conosce bene il nostro territorio e le sue criticità, mi ha invitato a formalizzarle a nome dell’Anci”, conclude Tedesco.