Seguici su

Cerca nel sito

Covid-19, a Fiumicino 244 positivi. Montino: “A breve nuovo drive-in test a Palidoro”

Il sindaco: "Il rischio che Fiumicino diventi zona rossa è ancora lontano, però il trend non mi piace"

Fiumicino – “Secondo i dati che mi ha da poco fornito la Asl Roma 3, oggi i positivi sul territorio comunale sono 244, uno più di ieri”. Lo annuncia il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino. “Analizzando i dati – aggiunge – possiamo constatare tra i contagiati 118 sono uomini, mentre 126 le donne. L’età media si attesta sui 45 anni e il rapporto tra positivi e popolazione resta dello 0,30%. Scende leggermente la percentuale dei positivi a Isola sacra, oggi al 53%, anche se rimane la località al momento più colpita”.

“Considerando la continua curva in salita dei contagi, invito nuovamente tutti alla massima prudenza – prosegue Montino –, a limitare gli spostamenti, soprattutto nel weekend, a mantenere le distanze, a non creare assembramenti, a indossare le mascherine e a igienizzarsi le mani con frequenza”.

Intervenendo poi ai microfoni di Radio Cusano Campus, afferma: “I numeri dei nuovi casi crescono, anche di poco, è vero che crescono anche i guariti però i nuovi casi positivi sono sempre più di quelli che guariscono. Quello che mi preoccupa è il trend che nelle ultime settimane è di crescita continua. L’appello che continuo a fare è all’auto responsabilità. Se seguiamo le indicazioni delle autorità sanitarie riusciamo a controllare questo fenomeno. Il rischio che Fiumicino diventi zona rossa è ancora lontano, però il trend non mi piace quindi lancio quest’allarme perché meglio prevenire che curare. In questo momento abbiamo 3 drive-in attivi, abbiamo inaugurato con i medici di famiglia un altro presidio prevenzione che sta svolgendo una funzione importante per i pazienti, la settimana prossima ne faremo ancora un altro a Palidoro”.

E sull’impatto del Covid-19 sull’economia locale afferma; “L’impatto si sta facendo sentire molto. E’ aumentato il numero dei poveri, delle persone che hanno bisogno di un supporto alimentare che noi abbiamo sempre continuato ad erogare. L’aeroporto non è neanche al 50% dell’operatività e quindi la ricaduta sul nostro comune è molto importante. Anche i nostri 3 centri commerciali sono chiusi nel weekend e questo ha una ripercussione su imprese e lavoratori. Purtroppo si è dovuto scegliere tra salute e imprese”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fiumicino
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Fiumicino