Seguici su

Cerca nel sito

Sinergia tra Regione, Consorzi industriali ed Ente camerale per lo sviluppo di Latina

L'idea di creare canali di collaborazione per dare nuovo slancio all’economia del territorio

Latina – Il rafforzamento della sinergia tra l’Ente camerale, la Regione e i Consorzi industriali è stato al centro dell’incontro che si è svolto tra l’onorevole Mauro Buschini, presidente del Consiglio Regionale del Lazio, l’onorevole Francesco De Angelis, presidente del Consorzio Asi di Frosinone e il presidente della Camera di Commercio Giovanni Acampora presso la sede di via Umberto I a Latina.

Durante l’incontro sono state condivise alcune riflessioni circa la necessità di andare a creare canali di collaborazione in grado da dare nuovo slancio allo sviluppo dell’economia dei territori di Frosinone e Latina. In particolare i presenti si sono trovati d’accordo sull’esigenza di giungere in tempi rapidi all’omogeneizzazione dei territori individuando comunque i bisogni concreti da soddisfare attraverso le progettualità condivise.

“Tra i principali obiettivi assegnati alla struttura camerale – come ha tenuto a sottolineare il presidente Acampora – vi è la garanzia del mantenimento e potenziamento di tutti i servizi in entrambe le sedi che, dovranno divenire speculari per ogni tipo di attività; si è positivamente valutata inoltre l’idea di trasferire la sede di Frosinone presso l’immobile di via Alcide De Gasperi, l’edificio che ha segnato per anni la vita economica della città di Frosinone”.

Con l’onorevole De Angelis si è parlato anche del percorso che sta portando all’istituzione del Consorzio industriale unico del Lazio attraverso la fusione dei cinque consorzi provinciali esistenti, così come previsto dalla Legge regionale numero 7 del 2018.

“Al presidente Buschini, in particolare, ho proposto l’opportunità che le Camere di Commercio vadano a rinforzare il proprio ruolo nell’ambito dei network collaborativi – ha commentato il presidente Acampora –. Fare sinergia, specie per alcuni progetti, è essenziale al fine di definire un’offerta di livello più elevato, significa amplificare le possibilità di risposta ai bisogni delle imprese, soprattutto in termini infrastrutturali; tematiche nel cui ambito ho rappresentato esigenze quali quelle legate alla realizzazione della Pedemontana, che porterebbe al superamento della città di Formia quale importante tassello di un insieme di interventi infrastrutturali tesi a ridurre i tempi di percorrenza”.

“La nuova Camera di Commercio – spiega il presidente De Angelis – che unisce le potenzialità dei territori di Frosinone e Latina rappresenta un organo strategico per l’economia, il lavoro e la crescita del territorio. Questo incontro è un inizio importante per gettare le basi su un lavoro comune, che deve vederci uniti per raggiungere risultati concreti per il basso Lazio e per arginare, assieme, le difficoltà che gli operatori economici stanno riscontrando a causa della pandemia. Solo attraverso uno sviluppo nuovo, sostenibile, che veda la collaborazione dei diversi enti possiamo sviluppare progetti di crescita che possano contribuire al superamento di questa fase così delicata”.

“La Camera di Commercio unificata del Basso Lazio potrà contare su un bacino di circa 125mila imprese, con un patrimonio netto aggregato di 25 milioni di euro – ha tenuto a sottolineare l’onorevole Buschini -. Numeri che danno l’idea di un potenziale enorme che, attraverso una visione strategica, potrà contribuire fattivamente al rilancio economico del nostro territorio che sta pagando caro il prezzo della pandemia in corso. Per questi motivi risulta, ad oggi, ancor più fondamentale un lavoro comune per agganciare le opportunità di ripresa esistenti e la Regione Lazio, in tal senso, farà interamente la propria parte”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Latina
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Latina