Seguici su

Cerca nel sito

Pomezia, chiama il 112 per una lite in famiglia ma in casa nasconde la droga: arrestata

Una delle persone coinvolte nella lite familiare ha richiesto l'intervento del 112, ma ad un tratto ha dichiarato con insistenza di non aver più bisogno dell'aiuto dei Carabinieri

Pomezia – Richiedono l’intervento dei Carabinieri per una lite in famiglia, ma in casa nascondono piante di marijuana. È accaduto a Torvaianica nel pomeriggio di ieri 29 novembre, quando i Carabinieri della Compagnia di Pomezia sono intervenuti in un’abitazione con l’intento di sedare una lite.

Una delle persone coinvolte nella lite familiare ha richiesto l’intervento del 112, ma ad un tratto ha dichiarato con insistenza di non aver più bisogno dell’aiuto dei Carabinieri. Insospettito, il militare, operatore della Centrale Operativa, ha deciso di inviare comunque la pattuglia della Stazione Carabinieri di Torvaianica all’indirizzo comunicato, per approfondire l’accertamento.

Nel corso dell’intervento, i militari hanno accertato l’effettiva lite in famiglia e successivamente hanno anche scoperto la presenza di 3 grandi piante di marjiuana, alte circa 1,70 m, che qualcuno aveva maldestramente cercato di occultare sotto un telo.

Nella successiva perquisizione domiciliare i militari hanno rinvenuto anche 192 gr. della stessa sostanza già essiccati. Per la proprietaria di casa, 45enne romana, sono scattate le manette per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e la donna è stata sottoposta agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.

Per dovere di cronaca, e a tutela di chi è indagato, ricordiamo che un’accusa non equivale a una condanna, che le prove si formano in Tribunale e che l’ordinamento giudiziario italiano prevede comunque tre gradi di giudizio.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Pomezia
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Pomezia