Seguici su

Cerca nel sito

Sanità, si insedia il nuovo CdA dell’Istituto zooprofilattico di Lazio e Toscana

Il nuovo Consiglio di Amministrazione riconferma nel suo incarico il prof. Camillo Riccioni e accoglie i due nuovi componenti, il dr. Enrico Loretti e il dr. Claudio D’Amario

Roma – Si è insediato il nuovo Consiglio di Amministrazione dell’Istituto Zooprofilattico Sanitario di Lazio e Toscana, alla presenza dell’Assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato, che ha affiancato il Direttore Generale Ugo Della Marta nella videocall di insediamento dei nuovi consiglieri.

L’assessore D’Amato è intervenuto in apertura esprimendo il suo ringraziamento per il lavoro svolto dall’Istituto definendolo modello al servizio della crisi sanitaria.

Per dare supporto alla Regione in questa pandemia l’Istituto ha rimodulato le risorse con le forze di cui dispone, professionalità e organizzazione che il direttore Della Marta ha esposto al nuovo organo di governo in una sintesi del rinnovamento organizzativo che l’Ente sta compiendo e degli obiettivi verso i quali è proiettato. ”Nel contesto della lotta al Covid-19 – ha sottolineato Della Marta – l’Istituto ha processato finora 37.000 tamponi molecolari e 30mila test rapidi”.

Un saluto di ringraziamento è stato formulato anche dal presidente uscente, il prof. Francesco Di Iacovo che ha evidenziato l’encomiabile spirito collaborativo rilevato in questi anni di lavoro trascorsi nello Zooprofilattico. Il nuovo Consiglio di Amministrazione riconferma nel suo incarico di consigliere il Prof. Camillo Riccioni e accoglie I due nuovi componenti, il dr. Enrico Loretti, dirigente medico Veterinario in forza all’USLToscana Centro nel ruolo di Presidente e il dr. Claudio D’Amario, medico igienista attuale direttore del Dipartimento Sanità della regione Abruzzo.

Si avvia un nuovo corso nel governo dell’Ente che resta fortemente caratterizzato da competenze scientifiche e professionali negli ambiti della medicina umana e veterinaria.