Seguici su

Cerca nel sito

Borghi più belli d’Italia, Gaeta chiede di accedere ai fondi del Recovery Fund

Amministrazione al lavoro con un programma di salvaguardia e valorizzazione del quartiere medievale

Gaeta – Il Comune di Gaeta ha approvato in giunta l’atto di indirizzo per accedere ai fondi derivanti dal Recovery Fund per il recupero, la valorizzazione economica, sociale e turistica dei Borghi più belli d’Italia.

Come si ricorderà a inizio anno, dopo una rigorosa valutazione, Gaeta medievale è stata inserita tra i 312 “Borghi più Belli d’Italia” nella sezione “Ospiti Onorari”, mentre la cerimonia di conferimento dell’attestato alla città si è svolta il 9 luglio scorso in aula consiliare alla presenza del sindaco Cosmo Mitrano e del presidente nazionale dell’associazione “Borghi d’Italia” Fiorello Primi.

Un prestigioso riconoscimento che alla luce dell’opportunità concessa dal MiBACT attraverso un avviso pubblico consente di richiedere finanziamenti per attività culturali per la rigenerazione dei borghi italiani.

“L’azione politica – commenta il Sindaco Mitrano – della nostra amministrazione in questi anni è stata caratterizzata dall’impegno che abbiamo riposto nella valorizzazione, tutela e promozione del Patrimonio culturale della nostra città impegnandoci anche nel rinnovamento dell’offerta turistica quale volano del benessere economico, sociale e sostenibile del nostro territorio.

Con tali finalità, abbiamo ritenuto opportuno condividere l’iniziativa dell’associazione dei Borghi più belli d’Italia impegnandoci a sostenere con le modalità più opportune, quelle iniziative finalizzate all’assegnazione di una quota vincolata di finanziamenti garantiti dal Recovery Fund da destinare alla valorizzazione del patrimonio storico, artistico, culturale ed ambientale della nostra città”.

“Siamo già al lavoro – spiega l’assessore al Turismo Angelo Magliozzi – per predisporre un progetto finalizzato alla salvaguardia e valorizzazione del quartiere medievale con particolare attenzione alla messa in sicurezza, restauro delle facciate degli edifici, rifacimento delle pavimentazioni stradali eliminando asfalti e coperture inappropriate. E’ nostra intenzione tutelare e valorizzare sempre più il Patrimonio storico, architettonico e monumentale della nostra città e l’atto di indirizzo approvato in giunta è il primo passaggio a cui seguirà la fase progettuale ed operativa”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Gaeta
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Gaeta