Seguici su

Cerca nel sito

Weekend con maltempo, forte vento e neve anche in pianura previsioni

Previsioni meteo weekend Italia e Lazio

Più informazioni su

Meteo Italia venerdì – weekend

FORTE MALTEMPO IN ARRIVO PER DIVERSI GIORNI. La perturbazione fino a giovedì indugia al Sud con condizioni di maltempo a tratti intenso, è destinata ad uscire di scena venerdì, ma sarà seguita a breve distanza da un nuovo fronte in arrivo dall’Atlantico. Questo determinerà un peggioramento già entro la sera di giovedì a partire dal Nordovest e darà luogo a forte maltempo venerdì al Nord, su parte della Sardegna e sul medio-alto Tirreno, con copiose nevicate sulle Alpi e anche a bassa quota al Nord, fino in pianura sul Nordovest. Sarà pilotata da un profondo vortice che affonderà il colpo tra il Regno Unito e la Francia, da cui si dipartiranno altri fronti che prolungheranno il maltempo anche nel weekend. Ecco i dettagli:

METEO VENERDÌ. Maltempo in intensificazione al Nord e Toscana, NEVE al Nordovest anche in PIANURA; tanta neve sulle Alpi. In giornata precipitazioni in intensificazione su Liguria e Triveneto, specie a ridosso delle Alpi e alto Tirreno, anche forti e temporaleschi; fenomeni prevalentemente assenti invece sulla Romagna. Qualche pioggia in arrivo anche tra Lazio e Campania tra pomeriggio e sera. Neve a quote basse o collinari al Nord ma con neve anche in pianura su Piemonte e Lombardia occidentale (fiocchi a Torino, Asti, Alessandria, Novara, Vercelli, Cuneo, ma anche a Milano e Varese). Neve sulle Alpi fino al fondovalle, a Sondrio, Bolzano, Trento, Belluno, ma con graduale trasformazione in pioggia la sera e la notte successiva; neve dai 900/1100m sulla dorsale tosco-emiliana, dai 1400m sulla dorsale centrale, ma con quota in rapida ascesa. Asciutto su Romagna, adriatiche e gran parte del Sud, con cieli offuscati dal passaggio di nubi medio-alte e stratificate. Faranno eccezione residue precipitazioni fino al mattino su nord Sicilia e regioni ioniche, in rapido esaurimento.METEO WEEKEND. Fenomeni in graduale attenuazione sabato all’estremo Nordovest con qualche schiarita sulle Alpi occidentali confinanti con la Francia, mentre rimane perturbato su est Piemonte, Liguria, Lombardia e Triveneto, Sardegna e regioni del medio-alto Tirreno con fenomeni anche anche intensi e possibili locali nubifragi a ridosso delle Alpi orientali e in Toscana. Limite neve sulle Alpi in rialzo a 600/1000m, a tratti più in basso al Nordovest. Accumuli anche superiori al metro di neve fresca oltre i 1500m su Alpi lombarde e Dolomiti, limite neve a quote molto superiori in Appennino, fino a 1800m su quello laziale. Qualche rovescio in arrivo anche sulle zone ioniche, specie tra Sicilia e Calabria, altrove rimane asciutto con parziali schiarite. Venti forti tra sud-sudovest e sudest con raffiche di Garbino sulle adriatiche, dove le temperature aumenteranno in modo evidente.

Meteo Italia sabato
Domenica ancora instabile su Nordest e buona parte del Centro-Sud, specie versante tirrenico, oltre alla Sardegna occidentale, con piogge e rovesci anche di forte intensità specie sul versante tirrenico, ma con fenomeni in graduale attenuazione nel corso della giornata. Neve sulle Alpi dai 600/1000m, oltre i 1000/1400m sull’Appennino Settentrionale, fino a 1800m su quello Centrale. Venti ancora molto sostenuti a rotazione ciclonica.

ATTENZIONE AI VENTI DI BURRASCA. Venti molto sostenuti per l’intero periodo, tra sudovest e sud-sudest venerdì con raffiche fino a 80-100km/h intorno alla Sardegna; possibili mareggiate sule coste ovest della Sardegna, della Sicilia meridionale, del medio-alto Tirreno e dell’alto Adriatico. Sabato venti forti tra sud e sud-sudest fino a 80-100km/h sui bacini centro-meridionali, raffiche di Garbino sui fondovalle adriatici, possibili mareggiate su coste del medio-basso Tirreno, ioniche e dell’alto Adriatico con possibili disagi, acqua alta in Laguna Veneta, fino a 120cm. Domenica venti tesi occidentali ad ovest dello Stivale, ancora forte Scirocco su Adriatico e Ionio settentrionale con raffiche anche superiori a 100km/h e possibili mareggiate sulle coste ioniche orientali.

Per la tendenza per il Ponte dell’Immacolata clicca qui.

Evoluzione Meteo Lazio

VENERDI’: Nuovo peggioramento delle condizioni meteo, complice l’avanzare di un vasto sistema depressionario proveniente dal Nord Europa , che andrà a interessare soprattutto la Toscana centro-settentrionale, con piogge anche copiose sui crinali appenninici di Lunigiana e Garfagnana, qui con picchi talora di oltre 70-80mm a fine giornata. I fenomeni tenderanno a estendersi, seppur attenuati anche a buona parte della medio-bassa Toscana. Ai margini l’Umbria, mentre sul Lazio un blando sistema frontale apporterà delle occasionali e deboli piogge sparse nella seconda parte del giorno, per poi isolarsi sui settori meridionali. Temperature in rialzo nei massimi. Venti in netto rinforzo dai quadranti sud-sudest, forti lungo le coste. Mari molto mossi o agitati entro fine giornata.

Commento del previsore Lazio
Dopo una prima perturbazione a carattere simil-invernale, ritroveremo vari fronti perturbati tra venerdì e l’inizio della prossima settimana. Piogge anche ingenti tra la sera di venerdì e domenica, in moto dall’alta Toscana verso Umbria e Lazio; picchi complessivi anche di oltre 100-150mm sulle Apuane. I venti saranno anche forti di Scirocco e per tale motivo ci attendiamo un deciso rialzo termico. Occorrerà dunque restare aggiornati per tutti i rischi connessi a questa ondata di maltempo, che potrebbe non chiudersi qui ma essere seguita da nuovi affondi perturbati per l’Immacolata.
Fonte: 3BMeteo

Più informazioni su