Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Focene, le mareggiate inghiottono altri 30 metri di spiaggia: a rischio crollo il “40 gradi all’ombra”

Spagnolo: "Sono anni che segnaliamo e chiediamo aiuto per arginare il fenomeno erosivo ma senza mai avere una risposta concreta"

Fiumicino – Ci risiamo: il maltempo di questi giorni mette a dura prova il litorale romano e quanti, grazie alla spiaggia, vivono. Le mareggiate continuano a divorare la spiaggia e gli interventi realizzati in questi mesi dalle Istituzioni sembrano non aver sortito il giusto effetto. E a pagarne le conseguenze sono i gestori di chioschi e stabilimenti, come il “40 gradi all’ombra”, che si trova sull’arenile di Focene nord al confine con Fregene. Il mare è arrivato a colpire la struttura, rischiando così di farlo crollare.

“Le mareggiate di questi ultimi giorni hanno praticamente inghiottito circa 30/40 metri di spiaggia di fronte al chiosco tanto da scoprire i pilastri che sostengono la struttura – ci spiega Alessandro Spagnolo, presidente del presidente del Comitato spontaneo ‘Fare Focene’ -. La barriera che era stata posizionata per contrastare il fenomeno erosivo è risultata praticamente inutile. La paura è che se cede la duna che oggi è l’unica barriera naturale rimasta a difesa della zona nord, Focene va sotto acqua. E se il chiosco crolla il mare arriva fino alle case“.

“Sono anni che segnaliamo e chiediamo aiuto per arginare il fenomeno erosivo ma senza mai avere una risposta concreta e funzionale. Sono stati spesi fondi per opere ‘inutili’ (come il geotubo e ripascimento morbido) invece di investire su opere tampone che almeno potevano garantire la tenuta della costa in attesa del progetto regionale del 2021″, conclude Spagnolo.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fiumicino
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Fiumicino