Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Biathlon, la staffetta femminile arriva quinta: gara equilibrata e regolare

Vittozzi tra le migliori. Brilla la Lardschneider e la Wierer firma una grande performance

Gara regolare delle azzurre che sono davvero ottime al tiro, utilizzando solo tre ricariche complessive e terminano al quinto posto nella staffetta di Hochfilzen.

Il lancio di Lisa Vittozzi è stato all’altezza delle migliori e il cambio dato a Irene Lardschneider lasciava il campo aperto ad ogni risultato. Ottima la più giovane delle azzurre per la freddezza al tiro, e anche il cambio a Dorothea Wierer è fra le prime. Wierer mette in campo la solita performance di alto livello e cambia con Federica Sanfilippo con la chance di andare a podio. Anche l’alto atesina si comporta bene, ma non riesce a contrastare la rimonta della Svezia e della Germania, che vanno a lottare per il podio.

Alla fine la vittoria va alla Norvegia, che chiude con il tempo di 1h08’04″3, per 24″5 davanti alla Francia e per 32″5 sulla Svezia, che batte in volata la Germania. L’Italia chiude quinta con 37″1 di ritardo, ma si tratta di un’ottima prestazione per le azzurre a soli 5 secondi dal podio.

Ordine d’arrivo staffetta femminile Coppa del Mondo Hochfilzen

  1. Norvegia 1+6 1h08’04″3
  2. Francia 0+16 +24″5
  3. Svezia 1+9 +32″5
  4. Germania 1+9 +32″7
  5. Italia (Vittozzi, Lardschneider, Wierer, Sanfilippo) 0+3 +37″1
  6. Austria 1+10 +1’12″9
  7. Ucraina 0+10 +1’13″3
  8. Russia 1+8 +1’51″0
  9. Svizzera 1+12 +2’06″3
  10. Bielorussia 3+11 +2’18″1

 

(fisi.org)