Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Ostia, Malara: “Assembramenti notturni davanti ai mini-market, servono più controlli”

Malara: "Gli abitanti della zona riferiscono che la vendita di alcolici prosegue anche oltre l'orario consentito"

Ostia – “In tutta Roma i bar sono costretti ad abbassare le saracinesche alle 18, mentre alcune attività commerciali restano aperte fino a tardi. I famigerati mini-market, gestiti perlopiù da esercenti asiatici, sono considerati negozi di generi alimentari ma, complice la vendita di bevande alcoliche, diventano spesso il punto di ritrovo di decine di persone: è quanto succede, ad esempio, in viale Vasco De Gama, al centro di Ostia“.

Assembramento minimarket Ostia

E’ quanto afferma Pietro Malara, Capogruppo di Fratelli D’Italia nel X Municipio di Roma Capitale, che in una nota aggiunge: “I residenti sono esasperati a causa di quanto accade sotto alle proprie finestre: assembramenti di uomini, privi dei dispositivi di protezione, che si intrattengono in strada per ore bevendo e lasciandosi andare a comportamenti poco civili che spesso sfociano in episodi violenti.

Su segnalazione dei cittadini, le forze dell’ordine talvolta intervengono per allontanare i molesti avventori, che tuttavia tornano poco dopo per riproporre il loro repertorio di schiamazzi, urla e minacce (come si evince chiaramente dalle immagini in allegato)”.

“Gli abitanti della zona – prosegue Malara -, inoltre, riferiscono che la vendita di alcolici prosegue anche oltre l’orario consentito e che non sempre vengono osservate le prescrizioni relative alla chiusura serale dell’attività. Oltre a contravvenire alle disposizioni normative, tali atteggiamenti rappresentano un serio rischio per la salute pubblica.

Per questo – conclude il Capogruppo -, mi rivolgo all’amministrazione affinché ponga in essere tutte le iniziative possibili al fine di favorire l’intensificazione dei controlli da parte delle autorità preposte, garantendo il rispetto delle misure di sicurezza a tutela dei residenti, che hanno tutto il diritto di vivere il proprio quartiere con la massima serenità”.